Loading...

20131118

Bonifici SEPA e interpretazione Centrale Rischi

Piero Dell’Oca (Tecnofar Spa di Delebio)
Api Lecco in collaborazione con Credem (Credito Emiliano S.p.a.) e Credemtel (Società specializzata in servizi telematici del Gruppo Credem) organizza mercoledì 27 novembre, alle ore 16.30, presso la sede di via Pergola, un incontro sul nuovo sistema SEPA (Single Euro Payments Area) e sull’interpretazione della Centrale Rischi.


“Per reagire alla crisi è necessario dotarsi degli strumenti necessari. La funzione della finanza aziendale, il rapporto con le banche e la capacità di utilizzo degli strumenti di finanza attivati dagli enti pubblici, diventano oggi sempre più strategici – ha dichiarato Piero Dell’Oca (Tecnofar Spa di Delebio), Consigliere e Presidente della Commissione finanziaria di Api Lecco – Questo primo incontro rappresenta l’inizio di una serie di seminari la cui finalità è quella di far nascere e rafforzare negli imprenditori la consapevolezza che per poter ottenere credito dalle banche, occorre essere in grado di documentare in modo corretto le necessità delle aziende ed i propri progetti di sviluppo. L’Api di Lecco inoltre, affiancando alle Pmi consulenti finanziari e grazie al supporto delle garanzie rilasciate dal Confapi Lombarda Fidi, rappresenta un sostegno concreto per affrontare al meglio le difficoltà che le imprese stanno vivendo”.

Il seminario affronterà due aspetti salienti: il sistema SEPA e la lettura della Centrale dei Rischi.
Il primo aspetto riguarda le aziende che entro il 1 febbraio 2014 dovranno effettuare la revisione dei propri processi d’incasso e pagamento, come indicato dalle normative europee (regolamento n.260/2012 deliberato da Banca Centrale Europea e Parlamento UE). Il progetto Sepa, infatti, ha lo scopo di creare un’unica area per i pagamenti in dettaglio in euro, in cui i cittadini, le imprese e gli operatori economici possano eseguire o ricevere pagamenti, all’interno e al di fuori dei confini nazionali, alle medesime condizioni, con gli stessi diritti ed obblighi.
Altro aspetto di rilievo è  la conoscenza e la capacità di lettura della Centrale dei Rischi (CR), cioè di quel sistema informativo che traccia la situazione debitoria della clientela verso le banche e le società finanziarie (intermediari): l'assenza di anomalie riferibili alle aziende favorisce l'accesso al credito per la clientela "meritevole".
Credem e Credemtel sintetizzeranno gli aspetti cruciali della migrazione a Sepa e illustreranno alcune soluzioni concrete a supporto delle imprese e forniranno indicazioni utili ad interpretare la Centrale Rischi.
“E’ importante far conoscere alle imprese quali siano le novità operative che impatteranno sui sistemi di incasso e pagamento - ha dichiarato Gualtiero Riva, responsabile del centro imprese di Lecco per Credem - Non essere adeguati al cambiamento è un rischio che le imprese non possono correre: il Gruppo Credem mette a disposizione delle aziende una consulenza professionale e le soluzioni per gestire il cambiamento”. Il Gruppo Credem è presente su tutto il territorio nazionale con 629 tra  filiali, centri imprese e negozi finanziari, 768 promotori finanziari, 263 agenti finanziari di Creacasa e 95 agenti finanziari specializzati nella cessione del quinto dello stipendio (dati al 30/09/2013).

“Il tempo sta scadendo e le aziende devono garantirsi assoluta continuità nei processi vitali; per supportarle nella fase di migrazione alla SEPA, Credemtel mette a disposizione una soluzione completa, denominata EasySEPA, che con estrema facilità consente di gestire le nuove modalità d’incasso” ha aggiunto Federico Ruggiero, responsabile commerciale di Credemtel, la società del Gruppo Credem specializzata nella predisposizione ed erogazione di servizi telematici ad aziende, banche e pubblica amministrazione. Da diversi anni si è specializzata nella proposta di soluzioni di document management arrivando ad essere in tale ambito, con gli oltre 600 clienti attivi, uno dei leader del mercato italiano.

La partecipazione al seminario è gratuita e aperta a tutti. Per adesioni e informazioni è possibile contattare l’Api di Lecco allo 0341.282822, consultare il sito www.api.lecco.it oppure inviare una mail all’indirizzo associazione@api.lecco.it