20160118

AL CFPA DI CASARGO UNA LEZIONE PARTICOLARE CON SILEA PER UNA CORRETTA RACCOLTA DEI RIFIUTI

Nella mattinata di oggi Chiara Benatti e Beniamino Bianco, funzionari di Silea Spa, hanno incontrato nell’Aula Magna i 250 allievi del CFPA di Casargo, suddivisi in due gruppi, per una lezione particolare sul tema della raccolta dei rifiuti.

“La nostra volontà - commenta il Presidente di APAF Nunzio Marcelli - è quella di migliorare la raccolta dei rifiuti all’interno della scuola. Dobbiamo fare la nostra parte per aumentare la percentuale di raccolta differenziata al nostro interno e in quest’ottica stiamo rivedendo i servizi di raccolta e di separazione in tutti i locali. Puntiamo a una forte riduzione dei rifiuti indifferenziati, attraverso una più efficiente riorganizzazione del servizio di recupero e conferimento, che ci permetterà di ridurre anche i costi. Presenteremo i primi risultati durante la gara internazionale che organizzeremo nel mese di marzo e che avrà come tema ‘Wellness & Zero Waste Food & Beverage Contest’. Ringrazio l’Amministratore Unico di Silea Spa Mauro Colombo e i suoi funzionari per la disponibilità e la preziosa collaborazione con la nostra scuola”.

“Il progetto avviato per la prima volta oggi a Casargo - aggiunge Chiara Benatti, responsabile comunicazione e relazione esterne di Silea Spa - rientra nelle varie iniziative di Silea per introdurre in modo corretto e potenziare la raccolta differenziata nelle scuole del territorio. La scuola di Casargo presenta quantità rilevanti di rifiuti con diverse tipologie, come cartoni, imballaggi, olii, scarti vegetali e animali, che in altre scuole non sono presenti; pertanto è fondamentale che ragazzi, docenti e personale conoscano nei minimi dettagli le modalità e le novità della raccolta rifiuti per conferirli in modo corretto nei relativi sacchi viola, trasparente e per l’umido. Durante gli incontri i ragazzi sono stati molto attenti e interessati agli argomenti trattati, rivolgendo numerose domande e richieste di chiarimenti. Ora consegneremo i contenitori adatti per le classi e le cucine, per avviare subito la raccolta differenziata e raggiungere i primi obiettivi che ci siamo posti”.