20160126

Al via le iscrizioni al master sull'immagine contemporanea

Il prossimo biennio 2016/2018 prenderà il via a Modena in ottobre
Agevolazioni previste per chi presenta domanda entro il 29 febbraio

Modena -  Si sono aperte le iscrizioni al master di alta formazione sull’immagine contemporanea, il percorso biennale di Fondazione Fotografia Modena rivolto a giovani talenti che utilizzano la fotografia, il video d’artista e, più in generale, l’immagine nella loro ricerca artistica.

Punto di forza della scuola è l’opportunità unica di vivere un’esperienza formativa stando all’interno di un’istituzione, pienamente coinvolti in tutte le sue attività e in un continuo confronto con i protagonisti della scena artistica italiana e internazionale con i quali la Fondazione collabora. Fondazione Fotografia, infatti, non è solo un centro formativo, ma un’istituzione che lavora ad ampio raggio nell’ambito dell’immagine, spaziando dalla produzione di mostre ed eventi alla gestione di importanti collezioni, sede ideale per approfondire il ruolo fondamentale che rivestono le immagini nella nostra cultura. 
 
Il corso prevede due anni di studio e pratica intensivi, sotto la guida di docenti di livello internazionale, a contatto diretto con le collezioni fotografiche storiche e contemporanee della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, durante i quali lo studente sviluppa un proprio linguaggio autoriale. Il lavoro degli studenti viene promosso e valorizzato attraverso mostre organizzate al termine di ogni anno, incontri con esperti del settore e un programma di residenze d’artista presso importanti istituzioni italiane, europee ed extraeuropee. Tra queste la fondazione Darat al-Funun di Amman, Giordania, Stills Centre for Photography di Edimburgo, Centro de la Imagen di Lima, Perù e Royal College of Art di Londra.

Quella di svolgere periodi di residenza all’estero, nelle strutture collegate a Fondazione Fotografia, è una delle opportunità più apprezzate dagli studenti del master, così come la possibilità di incontrare a Modena importanti artisti e curatori provenienti da tutto il mondo e mostrare loro il proprio lavoro. Un’attività riconosciuta anche a livello internazionale, attraverso l’ingresso della scuola in un coordinamento di scuole europee di fotografia che ogni anno seleziona gli studenti migliori e assegna ad uno di loro lo European Photography Award. Anche quest’anno gli allievi del master di Fondazione Fotografia concorreranno all’assegnazione di questo importante riconoscimento insieme ai colleghi dell’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi, della Fachhochschule di Bielefeld,  in Germania, della Gerrit Rietveld Academie di  Amsterdam, del Royal College of Art di Londra e della Zürcher Hochschule der Künste di Zurigo. I finalisti esporranno le loro opere al Foro Boario la prossima estate, in occasione dell’edizione 2016 di The Summer Show, la tradizionale mostra di fine corso degli allievi, che porterà a Modena il meglio della giovane fotografia europea.

Le iscrizioni al prossimo biennio del master di Fondazione Fotografia, che partirà in ottobre, sono aperte fino al 30 giugno, e per chi si iscrive entro il 29 febbraio è prevista una riduzione del 25% sulla quota totale. Fondazione Fotografia riserva inoltre quattro riduzioni parziali della quota di iscrizione a studenti o giovani provenienti da Accademie di Belle Arti e Università, oltre ad uno sconto del 15% a chi ha frequentato scuole di fotografia. La selezione dei candidati è basata sulla valutazione del curriculum, del portfolio presentato, delle capacità progettuali e delle motivazioni. 
Tutte le informazioni e le scadenze sono riportate sulla pagina dedicata del sito web di Fondazione Fotografia.

Nella didattica del master, tra gli altri, sono coinvolti a vario titolo: Luca Andreoni (fotografo), Andrea Botto (artista), Mario Cresci (fotografo), Paola De Pietri (fotografa), Julia Draganović (critico e curatore), Christine Frisinghelli (Camera Austria), Niklas Goldbach (fotografo e videomaker), Claudia Löffelholz (critico e curatore), Luca Molinari (architetto), Pino Musi (fotografo), Adrian Paci (artista), Kirk Palmer (fotografo e videomaker), Olivier Richon (Royal College of Art, Londra), Roberta Valtorta(storica e critica della fotografia, Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo – Milano), Bas Vroege (Paradox), Angela Vettese (critico e curatore).

La scuola è dotata di tutti gli strumenti necessari per il lavoro: un computer lab, una sala posa attrezzata, una camera oscura, una biblioteca e una videoteca specializzate, oltre a un atelier espositivo a disposizione per l’allestimento di mostre ed eventi. 

informazioni
Fondazione Fotografia Modena
Via Giardini, 160 Modena
tel. 059 224418 
formazione@fondazionefotografia.org
www.fondazionefotografia.org