20160122

Il Lago di Como compie 6 milioni di anni


Il Lago di Como compie 6 milioni di anni, un’età più che veneranda. Il calcolo è di Rodolfo Coccioni, docente di Paleontologia e paleoecologia applicata all’Università di Urbino, e Silvio Steno, professore di Geologia all’ateneo di Pavia
«In termini geologici, la chiusura dello stretto di Gibilterra (mamma) associata a un successivo cambiamento climatico (papà) ha fatto sì che il mare Mediterraneo sia diventato una sorta di grande lago salato e sia stato sottoposto a una particolare evaporazione che ha portato all’abbassamento del livello delle acque. I fiumi affluenti si sono dovuti adeguare, accentuando così la loro capacità erosiva, per raggiungere comunque il nuovo livello del mare, sceso anche di mille metri rispetto a prima. In tal modo i fiumi hanno scavato i canyon nei quali successivamente hanno trovato posto gli attuali laghi prealpini».
Tutto questo è avvenuto 6 milioni di anni fa. Solo relativamente di recente, ovvero negli ultimi 2 milioni di anni, i ghiacciai avrebbero rimodellato l’originario profilo a “V” del lago di Como dovuto alla escavazione fluviale descritta, con il più noto profilo a “U” dovuto appunto all’avanzata dei ghiacciai nell’era quaternaria.