20160204

MOSTRA “FUOCO E PENSIERO” NELLA SEDE DI CONFCOMMERCIO LECCO

Sarà ospitata nella hall di Palazzo del Commercio dal 9 al 23 febbraio


Nuova iniziativa artistica a Palazzo del Commercio (ex Palazzo Falck) a Lecco. Dal 9 al 23 febbraio, infatti, nella sede di Confcommercio Lecco, verrà ospitata la mostra “Fuoco e pensiero” che vede esposte opere pittoriche di due giovani artisti del territorio: Alessandro Curto (classe 1988) e Andrea Cedraro (1993).
I curatori Paola e Dario Varano propongono una doppia personale dei due pittori, articolata in otto opere. “Gli artisti hanno lavorato su temi diversi, le opere riescono però bene a integrarsi in quanto rappresentano i germi di un percorso artistico che i giovani pittori hanno deciso di intraprendere  - spiegano i due curatori - La traduzione in immagine di questi percorsi di studio parte da questi due polittici di quattro elementi e continuerà ad evolversi in opere ancora non nate ma già ben chiare nella creatività dei due artisti”.
Le quattro opere di Curto mostrano altrettante figure femminili che si muovono in un contesto cromatico rosso, marrone, arancio, terra bruciata, terra di Siena, rubino, porpora, vermiglio, carminio. “Queste quattro opere sanciscono il punto di partenza di un ciclo che sviluppa un duplice studio: sul colore e sui quattro elementi. La pittura di Alessandro Curto si rivolge principalmente al colore, lo studio si concentra sulle infinite sensazione che il colore può dare. La figura femminile, scelta come unico personaggio che si ripete in pose diverse, è considerata generatrice di vita e trova pertanto forza nella simbologia dei quattro elementi”.
Le opere presentate da Cedraro partono da una riflessione sull'inutilità e sull'orientamento dell'esistenza, in bilico tra la staticità e la voglia di cambiamento. “Questo studio, questa complicata riflessione, prende idealmente corpo con “L'Uomo evanescente”. Il tema dell'inutilità viene affrontato anche nella tavola sul colore “Nero”, mentre ne “La biga alata”, Cedraro traduce in immagini il mito di cui si serve Platone per spiegare la sua “reminiscenza dell'anima”. Infine la tavola “IO”, con un rimando evidente alla Teoria della Psicoanalisi freudiana, è la conclusione ideale di queste quattro tavole ma è anche la partenza per continuare il lavoro su queste tematiche ora solo sforate”.

La mostra sarà visitabile negli orari di apertura al pubblico di Confcommercio Lecco: dal lunedì al venerdì alla mattina dalle 8.30 alle 12.30, il pomeriggio dalle 14 alle 18 (venerdì chiusura anticipata alle 16.30).