20160201

NUOVO VIGILE ELETTRONICO A COMO



Mercoledì 3 febbraio partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo sistema di controllo telematico degli ingressi nella Zona a traffico limitato di Como, in centro storico. Il progetto prevede l'ammodernamento e il potenziamento dei varchi esistenti per poter controllare sia i transiti in ingresso, sia quelli in uscita.
L'appalto comprende opere edili, impiantistiche, elettriche, ripristino della pavimentazione, nonché l'hardware necessario per permettere che i varchi si interfaccino con il sistema centrale esistente (il server con tutte le nuove dotazioni sarà installato nello specifico ufficio del Comando della Polizia Locale), la formazione e l'addestramento del personale e la manutenzione in garanzia per due anni. I lavori sono stati aggiudicati all'impresa Kapsch TrafficCom srl di Milano sulla base dell'offerta economicamente più vantaggiosa (l’importo contrattuale è di 172.528,00 + IVA). Gli operai cominceranno a lavorare da via Dell’Annunciata. Come da progetto sono previsti i seguenti interventi sui varchi: A) Varco di via Milano (controllo dei transiti su corsia riservata bus 7-9, esterna alla ZTL): per questo varco sono previste solo la fornitura, l'installazione e la messa in funzione di idoneo pannello che segnali il funzionamento o meno dello stesso; B) Varchi esistenti da ammodernare: via Cinque Giornate, via Diaz, via Carducci, lungo Lario Trieste/viale Geno (ZTL non permanente). Per quest'ultimo è prevista anche la fornitura, l'installazione e la messa in funzione di un pannello a messaggio variabile che segnali o meno il funzionamento del varco, visto che la ZTL è attiva nei soli weekend estivi; C) Varchi esistenti da ammodernare e potenziare: Via Indipendenza; D) Varchi di nuova realizzazione: Via Dell'Annunciata, Via Cairoli, Via Rodari, Via Grassi, Via Garibaldi (in posizione diversa rispetto all'attuale); E) Varchi da rimuovere: Via Florio da Bontà (dopo entrata in esercizio dei nuovi varchi di via Rodari e via Cairoli). “Ci siamo scontrati con tempi burocratici lunghi ma adesso finalmente i lavori partiranno - spiega Daniela Gerosa, assessore alla Mobilità - Le vecchie telecamere erano obsolete e spesso presentavano problemi di manutenzione non più rinviabili. L’ammodernamento del sistema garantirà una migliore vivibilità del centro storico tutelando in primo luogo gli stessi autorizzati e scoraggiando gli abusi”.