20160421

Agli Istituti Airoldi e Muzzi al via il progetto “Generazione a confronto: l’arte, il lavoro, la vita”

Giovedì 21 aprile si inaugura la mostra del maestro Oreste Rota Lantico mondo contadino
Giovedì 28 aprile incontro con gli Ospiti degli Istituti e i bambini della Primaria Nazario Sauro




Creare un legame tra generazioni nella consapevolezza dell’importanza di un dialogo che supera i confini temporali per diventare occasione di scambio di valori, esperienze e conoscenze. È questo, in sintesi, il senso del progetto “Generazioni a confronto: l’arte, il lavoro, la vita”, che prenderà il via il prossimo Giovedì 21 marzo alle ore 16 con l’inaugurazione della mostra di opere sul tema “L’antico mondo contadino”, realizzate dal maestro Oreste Rota, lecchese, commerciante di professione, pianista e pittore per hobby, da tempo tra i più assidui amici dell’Istituto Airoldi e Muzzi.

La mostra presenta 28 opere che raffigurano altrettanti momenti della sua infanzia, ricordi attinti dalla memoria degli anni in cui, recandosi in Valsassina a Prato San Pietro dai nonni, ebbe l’occasione di entrare in contatto con la civiltà contadina d’allora. Ambienti domestici, paesaggi naturali, nature morte che ritraggono oggetti della tavola e del lavoro agricolo, volti degli uomini e delle donne che lavoravano nei campi o impegnati nelle attività domestiche: è questo il mondo che emerge dai quadri di Rota, che saranno in mostra tutti i pomeriggi presso la Sala animazione degli Istituti fino al 4 maggio (dalle 15,30 alle 18,30).
La mostra, come detto, è parte di un più ampio progetto, realizzato in collaborazione con la Scuola primaria Nazario Sauro di Germanedo, che si svilupperà nelle prossime settimane, avendo quale momento clou l’incontro, in programma nel pomeriggio di giovedì 28 aprile con inizio alle ore 15 presso gli Istituti Airoldi e Muzzi. Nell’occasione i ragazzi della classe V, accompagnati dagli insegnanti, si confronteranno con gli ospiti degli Istituti e con il maestro Rota, narrando, con l’aiuto degli elaborati artistici che hanno realizzato e in cui sono raffigurati animali, strumenti di lavoro, mezzi di trasporto e ambienti contemporanei, due modi di vivere. “Abbiamo vissuto con grande entusiasmo questo progetto – racconta la maestra Daniela RusconiCrediamo molto nella necessità che i bambini si confrontino con il mondo esterno alla scuola, e la possibilità di incontrare gli anziani, ascoltare come si viveva un tempo e mostrare loro come si vive oggi è stata una grande opportunità. Già in passato avevamo lavorato con gli Istituti Airoldi e Muzzi, nel progetto ‘Libro’. L’Airoldi e Muzzi è una vera e propria istituzione per la nostra città”.

All’incontro del 28 aprile interverrà anche il Sindaco di Lecco Virginio Brivio. I quadri di Oreste Rota e i disegni dei ragazzi saranno proiettati e commentati, grazie anche all’aiuto del Fotoclub di Lecco.