20160420

LA “CAVALLA DI RAZZA” DI GERMANA MARINI MIETE SEMPRE NUOVI SUCCESSI


“Due grandi ispirazioni hanno improntato l’iter letterario della scrittrice e poetessa Germana Marini: quella religiosa e quella civile.
Due momenti che si sono armonizzati in modo esemplare”.

Questo il commento dei relatori, in occasione della presentazione, al Centro Polifunzionale di Vercurago e nella Sala Civica del Comune di Ballabio, del suo romanzo “Una cavalla di razza”.
L’autrice ha puntualmente riscontrato ai quesiti dei saggisti e critici Paolo Gulisano e Giuseppe Leone e del folto pubblico, nel corso di un vivace dibattito.
Incisivi altresì gli interventi degli ideatori di questi, sotto il profilo culturale, tanto significativi e apprezzati incontri, seguiti a quelli dei Primi Cittadini Carlo Greppi e Alessandra Consonni.
Entrambi i relatori hanno posto in rilievo la singolarità dello stile mariniano, il cui codice distintivo è rappresentato da “una scrittura essenziale e contratta”, secondo la definizione data da Giancarlo Vigorelli, suo mentore, ribadita poi da Carlo Bo e Giorgio Bàrberi Squarotti.
Molto applaudita anche la lettura, da parte della scrittrice, di estratti del testo, intervallati dall’esecuzione di brani musicali del Maestro Giuseppe Mazzoleni, al violino e alla viola.
E’ stata fatta soprattutto osservare la perizia della Marini nel far emergere i sentimenti e le sensazioni di Lavinia Dombré, protagonista della narrata vicenda, relativa dapprima agli anni ’60, ’70, allorché la donna iniziava a prendere coscienza di sé, sino alla rapida evoluzione verso un ben diverso modo di concepire l’esistenza.
Una società “liquida”, a detta del compianto Umberto Eco, la nostra, con cui, a motivo dei repentini, vertiginosi mutamenti di costume, si fatica non poco a “stare al passo”.
E’ da segnalare che il prossimo sabato 30 aprile, a Genova, a Germana Marini sarà conferito il “Gran Premio Nazionale Dama di Poesia per l’anno 2016” durante una grande manifestazione, denominata “Strade di poesia”.
Dal Presidente dell’Associazione Culturale Benjamino Joppolo di Patti (ME), promotore dell’evento, le sarà altresì consegnata un’Antologia, che include le migliori liriche che si sono classificate al relativo concorso, il cui primo premio è andato alla Marini per la lirica “Dai giorni dell’odio, a un fraterno, universale abbraccio”.