20160530

“Sensazioni di Colori” e “Dai Laghi Briantei al Lago di Como” ad Alserio


di Silvano Valentini
Ad Alserio (Como) è sempre grande arte e grande cultura, promosse dal Comune, dalla Biblioteca, dalla Pro Loco, in collaborazione con la libreria Torriani di Canzo, e dal gruppo di organizzatori guidato dal pittore Sergio Colombo, impegnato in questi giorni in un’esposizione di prestigio a Padova.

Sabato 28 maggio nella sala consiliare c’è stato infatti il vernissage di una mostra di pittura di notevole spessore artistico dal titolo “Sensazioni di Colori” e sono stati presentati a un attento pubblico e a vari artisti, fra cui Giuseppe Sottile, Cesare Canali e Antonio Pelucchi, due libri sulla storia e le vicende ambientali del nostro territorio, “Dai Laghi Briantei al Lago di Como”, sul Segrino e, appunto, il lago di Como.

Espongono le loro opere ad Alserio, fino al 5 giugno, due esponenti di “Arteinsieme Angelo Bartesaghi” di Paina di Giussano (Monza e Brianza), con gli intensi acquerelli, tra figurativo e informale, del presidente dell’associazione Raffaele Francomano (da sinistra nella foto dell’inaugurazione), tra i più apprezzati acquerellisti in circolazione e che ha preso il testimone da Bartesaghi, affermato pittore scomparso prematuramente nel 2013 e il cui nome è stato recentemente associato a quello del gruppo, e con i suggestivi oli dalle coinvolgenti e rarefatte atmosfere di Luisa Pozzi, specchio, non solo del paesaggio, ma anche dell’animo dell’artista, con lettura critica delle opere da parte di Silvano Valentini e interventi dei consiglieri comunali Gisella Colombo e Davide Roncaletti.
I due libri presentati sono “Il lago Segrino” di Maria Orsola Castelnuovo, che verrà prossimamente invitata di nuovo ad Alserio, sul “Periplo ambientale, storico e letterario” legato al lago, e “Bellagio”, con sottotitolo “Il Villaggio dei diplomatici” (cui presto farà seguito un’altra pubblicazione), di Pierfranco Negri, il quale, anche con l’ausilio delle slide, ha illustrato la presenza sulle rive del lago di Como di Filippo Tommaso Marinetti, dell’ambasciatore giapponese Shinrokuro Hidaka, dei tedeschi e dei gerarchi fascisti al tempo della Repubblica Sociale Italiana.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 5 giugno dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 giovedì 2 e domenica 5 giugno e dalle ore 15,00 alle 18,00 sabato 4 giugno.