20160513

Venerdì a Como Lorenzo Morandotti incontra Fabio Pusterla autore del libro le “Le Pietre nere"

Venerdì 13 Maggio ore 20.45
presso Associazione Lithos, via Venturino 18, Como


Il poeta svizzero Fabio Pusterla dialoga con Lorenzo Morandotti.
Nel corso della serata verrà presentato il libro d’arte “Le Pietre Nere”, poesie di Fabio Pusterla con litografia e calcografia di Alfredo Taroni, settanta esemplari numerati e firmati dagli autori, un libro d’artista che rappresenta l’ultima produzione di Lithos. 


“Le Pietre Nere” è un poemetto lirico-narrativo che pone l’accento sui temi ricorrenti dell’autore svizzero, come la natura nei suoi aspetti e valori realistici e al tempo stesso simbolici.
Lithos ritorna a proporre agli amici, agli appassionati di stampa d’arte, a tutti coloro che amano la poesia e la creazione artistica, momenti di incontro e di riflessione sul tema della poesia e dell’arte. 

http://www.edizionilithos.it/lepietrenere.html
http://www.associazionelithos.blogspot.com/

Fabio Pusterla è nato a Mendrisio nel 1957. Laureato in lettere moderne presso l'Università di Pavia, vive e lavora tra la Lombardia e la Svizzera, dove insegna lingua e letteratura italiana presso il Liceo cantonale e l’Università di Lugano. È attivo come poeta, traduttore (soprattutto dal francese, con qualche incursione nella letteratura portoghese) e saggista. 
Fra le sue traduzioni, si ricordano quella di numerose raccolte poetiche di Philippe Jaccottet (Il Barbagianni. L'Ignorante, con un saggio di Jean Starobinski, Torino, Einaudi, 1992; Alla luce d’inverno. Pensieri sotto le nuvole, Milano Marcos y Marcos, 1997); E, tuttavia, seguito da Note dal botro (ivi, 2006) e dei versi raccolti nel volumetto Edera e calce (Ancona, 1995). Sua la Prefazione, intitolata Le parti de la clartè all'edizione complessiva dell'opera di Philippe Jaccottet apparsa nel 2014 nella Bibliothéque de la Pléiade. 
In campo poetico, accanto alle pubblicazioni in riviste o antologie, è autore dei libri Concessione all’inverno (con prefazione di Maria Corti, Bellinzona, Casagrande, 1985, 2001), Bocksten (Milano, Marcos y Marcos, 1989, 2003), Le cose senza storia (ivi, 1994, 2007), Isla Persa (Locarno, I semi del Salice, 1998), Laghi e oltre (con Alida Airaghi e Anna Felder, Lietocollelibri, 1999), Pietra sangue (Milano, Marcos y Marcos, 1999), Folla sommersa (ivi, 2004). Con Samoa Remy per le edizioni Lithos di Como ha realizzato il libro d’arte Sulle rive, tra le foglie, sui rami (2008). 
Nel 2009 è apparso un ampio volume antologico Le terre emerse. Poesie 1985-2008 (Torino, Einaudi) che riassume buona parte della sua ricerca poetica; la raccolta più recente si intitola invece Corpo stellare (Marcos y Marcos, 2010). Il suo prossimo volume, Argéman, è uscito da Marcos y Marcos.

Tra i principali riconoscimenti, il Premio Montale (1986), il Premio Schiller (1986, 2000, 2010), il Premio Dessì (2009); i Premi Prezzolini (1994), Lionello Fiumi (2007) e Achille Marazza (2008) per la traduzione letteraria; il Premio Gottfried Keller (2007), il Premio Svizzero di Letteratura (2013) e il Premio Napoli (2013) per l’insieme dell’opera.

Alfredo Taroni vive e lavora a Como. Si è laureato in Architettura a Milano dove ha collaborato alcunii anni come assistente nel corso di progettazione architettonica. Nel 1989 è stato tra i soci fondatori di Lythos edizioni, collaborando alla realizzazione di pregiate edizioni di grafica e libri d’artista con architetti/designers, artisti e poeti come: Andrea Branzi, Andrea Zanzotto, Ettore Sottsass, Michele De Lucchi, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi, Lucia Pescador, Federico Roncoroni, Giuliano Collina, Walter Valentini, Mario Luzi, Edoardo Sanguineti, Rainer Kunze, Ico Parisi, Roberto Roversi, Erri De Luca e molti altri. Ha organizzato e curato diverse mostre, tra le principali: Ettore Sottsass “Mobili, disegni e Litografie” CLAC Cantù, “Worte Und Zeichen - Parole & Segni” Regensburg (D) Thon Dittmer Palais, “Life style from Italy in Japan ” Tokyo Big Sight, “Atelier Lythos” Lugano Biblioteca Salita dei Frati, Andrea Branzi “Oggetti e Territori” Como, Pinacoteca Civica. Battista Luraschi "Traiettorie impercettibili del bianco e del nero", Como, Banca Generali. Per Lithos edizioni nel 2013 ha curato la grafica del libro d’artista “ L’altalena, La goccia” con poesie di Giorgio Orelli.

Ingresso libero. É gradita la prenotazione
associazionelithos@gmail.com