20160614

ANNAMARIA FURLAN: «RITA PAVAN LA SCELTA GIUSTA PER LA CISL MONZA BRIANZA LECCO»

La Segretaria della Cisl nazionale: «Conosco Rita da anni, è una sindacalista preparata. Lo ha dimostrato in tanti ruoli diversi nell'ambito dell'organizzazione. La sua competenza in campo internazionale è fondamentale per la Cisl anche a livello territoriale»
Rita Pavan 

«Conosco Rita Pavan da almeno 25 anni. Conosco la sua competenza e le sue capacità dimostrate nel suo impegno nella Cisl in tanti ruoli diversi. So che, come tutte le donne, lei predilige il lavoro di squadra a quello da sola. Ciò la aiuterà a lavorare insieme alle categorie e ai servizi».
Annamaria Furlan, Segretaria generale della Cisl nazionale, commenta così l’elezione a Segretaria generale della Cisl Monza Brianza Lecco di Rita Pavan avvenuta oggi a Triuggio (Mb) dove si è tenuto il Consiglio generale dell’Ust. «Rita Pavan – ha proseguito Annamaria Furlna – ha anche grandi competenze sulle tematiche internazionali. Competenze che stanno diventando sempre più importanti anche a livello territoriale perché le nostre analisi e le nostre proposte non possono prescindere dalle grandi problematiche internazionali. Viviamo infatti in un contesto in cui la competizione è sempre più globale, ma la difesa del lavoro, della sua centralità e della sua dignità, non è tenuto in conto nelle politiche macroeconoiche».

La presenza a Triuggio di Annamaria Furlan è stata occasione per fare il punto sull’attuale impegno della Cisl. «Domani 14 giugno – ha osservato la Segretaria generale Cisl – come sindacato ci incontreremo a Roma con il Governo per discutere su tematiche fondamentali come crescita, lavoro e previdenza. Lo facciamo in un contesto che ci vede confrontarci anche con i datori di lavoro sui temi della contrattazione e delle relazioni industriali. Questo confronto su più tavoli è fondamentale perché si arrivi a un patto sociale che favorisca le condizioni di sviluppo e, allo stesso tempo, migliori le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici». Annamaria Furlan parla anche del tema della produttività, concetto chiave per la ripresa dopo anni di crisi economica. «La produttività – ha affermato – è un concetto chiave che richiede investimenti in innovazione, ricerca e in infrastrutture materiali e immateriali. Al centro va tenuto sempre presente anche il tema della legalità come strumento fondamentale per i cittadini e per favorire gli investimenti». Annamaria Furlan è tornata anche sulle questioni della previdenza: «Con il Governo discuteremo di flessibilità in uscita perché è impensabile che una legge inchiodi i lavoratori al posto di lavoro fino a 67 anni. Così infatti di preclude ai giovani la possibilità di accedere al mercato del lavoro. Discuteremo anche di temi importanti per le nuove generazioni: totalizzazione, ricongiungimenti e pensioni integrative. Senza però dimenticare le pensioni degli anziani e la necessità di perequazioni»