20160609

DA INTERNET AL WEB: IL POLITECNICO HA OSPITATO UN CONVEGNO DEDICATO ALL'INFORMATICA.



di Gianni Riva.

LECCO -  "Il sapere libero nell'era del Web. opportunità e limiti", Questo il tema dell'incontro che si è tenuto questa sera al Politenico di via Previati alla presenza di numerosi studenti molti dei quali stranieri.

Per la prima volta Comune, Provincia e Camera di Commercio si sono incontrati in un convegno al quale hanno dato il proprio contributo professionisti in questa tecnologia che ha aperto la via di nuovi confronti in particolare per dati aperti, comunemente chiamati con il termine inglese open data anche nel contesto italiano, Sono dati liberamente accessibili a tutti le cui eventuali restrizioni sono l'obbligo di citare la fonte o di mantenere la banca dati sempre aperta. L'open data si richiama alla più ampia disciplina dell'open government, cioè una dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione dovrebbe essere aperta ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione come il Web.subenbtrato come novità a Internet arrivato a Lecco all'inizio del '90 grazie a Enrico Fagnoni, responsabile LinkedData.Center di Esino Lario. che ha detto:"Dopo Internet il futuro è Web 3.0 anche per il mercato d'affari. Le aziende hanno la possibilità di intervenire nel lancio delle produzioni grazie anche allo sharing Economy". Rosella Pulsoni segretario genereale della Camera di Commercio ha aggiunto:. "Sono molti i dati che si conoscono come un'onda anomala che ci travolge ma lmportante è coglierne la qualità". Flavio Polano presidente della Provincia di Lecco, ha proseguito": Come pubblica anninistrazione abbiamo il compito  di gestire i dati creando banchi di lavoro perchè le istituzioni sono dei cittadini". Francesa Bonacina vice Sidaco di Lecco che sostituva il primo cirttadino Virginio Brivio assente per impegmi istituzionali, in apertura del convegno, ha spiegato": Abbiamo voluto organizzare questo concvegno al Politecnico che è un luogo dedicato all'innovazione. per capire l'importanza dei dati tecmologici informatici che conosciamo  come smministrazione pubbkica. Un momento che è di rflessione utile per tutti compreso il Comune".
Ouejdane Mejri del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, ha ggiunto al termine della sua relazione: "L'informatica non ha limiti soamo noi a capire cosa fare". Gli altri relatori sono stati:
Chiara Tagliaferri, CNR ICMATE - Supporto alla Ricerca
Utilizzo di Open Data a supporto delle attività di ricerca scientifica e trasferimento tecnologico Ferdinando Germano Ferrari, Regione Lombardia che ha parlato
sullo stato degli Open Data nelle pubbliche amministrazioni: