20160610

ETICHETTATURA D’ORIGINE SUI PRODOTTI LATTIERO CASEARI: CAROZZI FORMAGGI DICE SI’!


Anche la nota azienda valsassinese esprime il suo sostegno verso il decreto presentato lo scorso 30 maggio a Bruxelles e annunciato durante il Milk Day indetto da Coldiretti.



La notizia della firma del decreto
per l’etichettatura di origine dei prodotti lattiero caseari è arrivata ovviamente anche in Valsassina, terra da sempre riconosciuta come patria di formaggi noti a livello
internazionale quali il Taleggio e il Quartirolo. Un forte supporto a questa azione presentata a Bruxelles arriva dall’azienda casearia Carozzi Formaggi che da sempre sostiene la salvaguardia dei prodotti made in Italy e dei formaggi prodotti a regola d’arte, seguendo i dettami della tradizione.
“Guardiamo anche noi con speranza all’esito positivo che potrà avere il decreto presentato a Bruxelles – ha dichiarato Marco Carozzi, Responsabile di produzione dell’azienda Carozzi Formaggi – Da sempre sosteniamo azioni di questo tipo, finalizzate a salvaguardare il nostro settore e a tutelare i consumatori che meritano di conoscere l’origine dei prodotti che consumano”.
Il decreto interministeriale, se Bruxelles lo approverà, determinerà l’apposizione sui prodotti lattiero caseari di un’etichettatura obbligatoria indicante il Paese di mungitura, di confezionamento e di trasformazione; una novità che permetterà al consumatore di sapere con certezza la provenienza del prodotto consumato; il decreto rappresenta la
risposta ad un’esigenza di trasparenza che gli italiani hanno espresso a gran voce secondo la consultazione pubblica online del Ministero dell’agricoltura che evidenzia come, in più di 9 casi su 10, i consumatori considerano molto importante conoscere il Paese d’origine del latte fresco, dei prodotti lattiero-caseari e del latte a lunga conservazione.