20160713

Alex Fumagalli nella Chiesa di S. Gregorio a Cherasco


di Silvano Valentini
Attivissimo, come sempre, il pittore Alex Fumagalli di Santa Maria Hoè, dopo i successi ottenuti nei mesi scorsi con le mostre e i concorsi personali, come ad esempio a Tourrettes in Francia, dove ha dipinto con molta soddisfazione sua e dei francesi una porta della ridente località transalpina, e anche con le iniziative della “Bottega dell’Arte” di Missaglia, di cui l’artista è uno dei maggiori protagonisti in campo pittorico.

Questa volta, come già preannunciato da alcuni mesi, Alex Fumagalli ha portato la sua “Magia del Colore” a Cherasco in Piemonte, in provincia di Cuneo, nella caratteristica location della chiesa splendidamente affrescata di San Gregorio, per creare un connubio fra arte sacra ed espressività moderna, con inaugurazione della personale sabato 9 giugno, alla presenza di un pubblico particolarmente numeroso (nella foto a sinistra Alex Fumagalli con l’assessore alle Politiche giovanili e al Turismo Elisa Bottero e il sindaco Carlo Davico, al centro con la responsabile dell’Ufficio Turismo e Ufficio Stampa Licia Innocenti).

Cherasco è un’importante località piemontese ricca di storia e di arte, nota per l’Armistizio di Cherasco, che il 28 aprile 1796 pose fine alle ostilità fra il Regno di Sardegna e la Repubblica Francese con l’ingresso in città del generale Napoleone Bonaparte, ma anche per i suoi monumenti, come la stessa chiesa di San Gregorio e (da sinistra nelle immagini) la Torre del Municipio, l’Arco del Belvedere (1647-1688) e il Castello dei Visconti del XIV secolo.

Per quanto riguarda la mostra di Alex Fumagalli, artista di grande originalità e creatività, dalla intensa cromaticità e dai forti significati simbolici, gli orari di apertura al pubblico, fino a domenica 31 luglio, saranno, relativamente al sabato e alla domenica, dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,00.