20160715

"Lorenzo è sempre con noi e nei nostri cuori". Non solo per chì l'ha conosciuto di persona ma di tutti quanti hanno amato la sua bontà" All'alpinista Mazzoleni dedicato un sentiero


di Gianni Riva
LECCO - Un sentiero caro all'alpinista Lorenzo Mazzoleni a fine settembre lo ricorderà. Il sentiero che porta al San Martino parte  nel popoloso quartiere di San Francesco dove nacque nel 1967  Lorenzo Mazzoleni  morto nel 1996 sul K2 (il 20° anniversario cadrà il prossimo 29 luglio).

A darne notizia Giuseppe Ciresa vice presidente del'Associazione Amici di Lorenzo anche alla namma Dina e alle sorelle Laura e Mariapia  "Vogliamo ricordarlo - spiega Ciresa - in questo sentiero che gli era molto caro in particolare per quella panchina dove amava sedersi. Qui metteremo una targa e dei sassi che arrivano dal K2". Ciresa  conobbe Mazzoleni "Ancora oggi il ricordo di Lorenzo mi commuove. Quel 29 luglio del 96 tutti eravamo felici per la conquista della vetta del K2 ma dopo poche ore la tragedia. Furono giorni terribili che si sono mischiati nella gioia della medaglia d'oro di Antonio Rossi nelle olimpiadi di Atlanta. Due ragazzi cresciuti e formati all'oratorio San Francesco". La notizia della dedica su quel sentiero è stata data nel corso dell'inaugurazione di una mostra fotografica al Palazzo delle Paure. Una mostra di 15 foto che mostrano le principali vette delle spedizioni fatte da Mazzoleni nella sua breve e sfortunata esperienza. A volerla le associazioni Namasté di Bulciago, Amici di Lorenzo e dal Cai di Lecco che hanno pensato a una serie di iniziative nel suo ricordo, a cominciare di una serata  che aveva come ospiti l'alpinista Simone Moro, reduce dalla grande impresa sul Nanga Parbat e l'assessore regionale e campione olimpico di canoa Antonio Rossi.  La mostra è ospitata al Palazzo delle Paure. "Siamo stati a volerla ospitare - ha detto l'assessore comunale alla cultura Simona Piazza - perchè questo luogo fa parte di una comunità intera Un polo espositivo importante per la città. Lorenzo? Ho avuto modo di conoscerlo e ancora ne ricordo la sua bontà d'animo era primaria rispetto alle sue conquiste delle vette". La mostra fotografica sarà aperta dal 15 luglio al 17 agosto con questi orari:
- da martedì a venerdì ore 9.30-18
- sabato e domenica ore 10-18
- giovedì apertura serale ore 21-23
- lunedì chiuso
Apeture straordinarie:
- sabato 16 luglio ore 18-23 in occasione della Notte Bianca