20160717

Un concerto per organo e soprano nella Basilica di San Nicolò che ha regalato emozioni


di Gianni Riva.
LECCO - Emozioni dalla musica nella Basilica di San Nicolò. 
Uno slancio all’immaginazione, un fascino alla tristezza,
un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose. 


La musica può donare delle ali ai pensieri e illuminare  l'anima di una luce eterna. La morale uscita da un concerto d'organo e dalla splendida voce di una soprano. Protagonisti del concerro la soprano canadese Emily Klassen e l'organista lecchese Luciano Zecca. Nella splendida cornice della Basilica di San Nicolò, teatro nella scorsa domenica della diretta televisiva della Rai per la messa festiva, i due artisti hanno presentato davanti ad un buon pubblico brani  di: Haendel, Mozart, Purcel, Stradella,Bossi, Reger, Dubois, Boellmann.  Fra i brani più applauditi "Piangerò la sorte mia" dall'opera Giulio Cesare di Haendel dove ka soprano Klassen ha dato pprova delle sue qualità. Applausi anche in particolare al maestro Zecca per la "toccata un sol maggiore" di Dubois. L'evento era inserito nella Rassegna Internazionale Capolavori di musica Religiosa 2016, Una rassegna che si concluderà ad OTtobre organizzata dall'Associazione Harmonia Gentium di Lecco che quest'anno ricorda i suoi 30 anni di fondazione, All'apertura del concerto il presidente dell'associazione Raffaele Colombo ha presentato i due protagonisti di assoluto valore artistico attesi ora ad altri appuntamenti in Italia partendo dalla prossima tappa di Venezia. Al termine dieci minutu di applausi meritati dal pubblico ai due protagonisti che hanno regalato loro forti emozioni vissute anche dal Prevosto di San Nicolò Monsignor Franco Cecchin che ha voluto dire: "La musica è una medicina per i nostri cuori e per l'anima perchè ci conforta e ascoltandola ci dona la Pace come quella che vorremmo tutti dopo quello che sta accadendo nel mondo",