20160811

Autotrasporto, su pesatura container impegno Governo contro caos nei porti

“L’applicazione nei porti italiani, a partire da luglio, della nuova normativa Solas che impone il certificato VGM di pesatura dei container all’imbarco sulle navi sta creando notevoli ritardi e disagi per gli autotrasportatori. Il Governo ha recepito le nostre preoccupazioni e ci aspettiamo rapidi interventi per risolvere la situazione”.

E’ quanto dichiara Amedeo Genedani, Presidente di Confartigianato Trasporti e di Unatras, il quale apprezza l’impegno manifestato ieri dal Sottosegretario al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture Simona Vicari nel corso di un incontro con le Organizzazioni dell’autotrasporto per affrontare i problemi riscontrati dagli imprenditori nella pesatura dei container prima dell’imbarco sulle navi. Durante il confronto, svoltosi alla presenza del Comando generale delle Capitanerie di porto e degli altri soggetti della filiera logistico-portuale, è emersa la richiesta unanime di trovare soluzioni concrete alle difficoltà legate all’applicazione della normativa Solas.
“Dall’entrata in vigore delle nuove regole – sostiene il Presidente Genedani – soprattutto in alcuni porti del Nord Italia, all’autotrasportatore non è consentito scaricare il contenitore dal camion, nonostante sia stato già pesato all’esterno, finché non arriva la comunicazione telematica VGM al terminal portuale. Tutto ciò crea lunghe attese e code, con conseguente intasamento dell’operatività dei porti italiani, oltre a provocare maggiori costi e sforamento dei tempi di guida e di riposo previsti per gli autotrasportatori i quali ne risultano fortemente danneggiati.

“Apprezziamo la sensibilità per il problema e la volontà di trovare soluzioni pratiche mostrate dal Sottosegretario Vicari – continua il Presidente Genedani – e confidiamo in azioni concrete che risolvano rapidamente i problemi che penalizzano gli autotrasportatori sui quali si sono scaricate le inefficienze di altri operatori”.