20160824

Il Gruppo Artistico Desiano ricorda l’amico Mario Ferrucci


di Silvano Valentini
Un grande e sensibile amico, a livello umano, e un artista di talento, nell’ambito della pittura, ci ha lasciato nei giorni scorsi, d’improvviso e prematuramente, Mario Ferrucci. Il G.A.D, il Gruppo Artistico Desiano di cui Mario faceva parte da molto tempo, lo ricorda con affetto e con riconoscenza per la traccia artistica che ha lasciato in tutti noi e sul territorio in cui operava da tanti anni con successo e con personali soddisfazioni professionali, un’arte fatta di notevole capacità tecniche e di non comune senso artistico.

Mario Ferrucci, nato a San Severo in provincia di Foggia nel 1954, pittore autodidatta, residente in Via Monte Bianco a Desio (Monza e Brianza), con studio in città, in Via Garibaldi, e con sue opere in svariate collezioni italiane ed estere, aveva grandi potenzialità espressive, tutte regolarmente realizzate e portate di volta in volta al godimento personale e collettivo della gente.
Mario Ferrucci si era imposto all’attenzione dell’esigente critica d’arte sia come grande interprete delle opere di Caravaggio, a cui faceva frequenti e vividi omaggi, sia come originale testimone della situazione ambientale odierna e delle condizioni dell’uomo e della donna nella società di oggi, come ad esempio nelle opere “Scorcio”, “Sul Lambro”, “Raffigurazione di valori” e “La Donna”.

Con sincera e profonda vicinanza, in un’ora così intensamente significativa, mia personale e di tutto Gruppo Artistico Desiano, a partire dalla presidente Alda Pitzalis e dalla vicepresidente Monica Catto,  alla famiglia, alla moglie Giovanna, ai figli Luana con il marito Fabio e la piccola Rachele, e ad Emilio con la moglie Stefania.