20160826

L'acchiappasogni degli over 60. Successo per gli anziani lecchesi al circolo Pio X a Rancio. Iniziativa de Il Giglio di Pescarenico



di Gianni Riva.
LECCO - I sogni non hanno età. E lo sanno anche gli over 60 che hanno  trascorso un pomeriggio al Circolo Pio X di Rancio giocando all’acchiappa sogni. Un gioco che troviamo spesso in qualche casa o negozio, se ne sta lì appeso, è un semplice oggetto, ma ricco di significato e storia: conosciuto anche col nome di Dreamchatcher: l’unione tra un cerchio di legno o filo “morbido” colorato che simboleggia la vita dalla nascita alla morte. Una ragnatela di fili che indicano i sogni ed il loro percorso, file di perle e piume dove le perline simboleggiano la natura che accoglie i sogni positivi e le piume indicano il vento che allontana i sogni negativi. Olre 40 anziani del centro Il Giglio hanno avuto modo di giocare e riscoprire una leggenda che appartiene alla mitologia indiana.dove l’acchiappai sogni accompanava la loro vita. Bravi  gli anziani che hanno partecipato al gioco nel preparare il loro 
"acchiappasogni" per far dire ai propri nipoti, "siete favolosi". Ma questo l'ha voluto dire anche il presidente Villa del circolo che ha ospitato il pomeriggio in compagnia: "anche gazie per essere stati con noi". L'appuntamento 
al Circolo PioX del presidente Fulvio Villa era inserito nell'iniziativa de Il Giglio: "Estate insieme agli over 60", Un programma studiato dagli educatori del centro comunale di Pescarenico. Il Giglio per il prossimo 6 settembre, a 
conclusione del ciclo, organizzerà un pranzo comunitario ll'oratorio di Maggianico. "Un appuntamennto - ha detto la coordinatrice de Il Giglio Beatrice Civillini - che ci sta a cuore come gli anziani che in questa estate hanno 
voluto ma continueranno ad animare il nostro centro perchè, in particolare gli anziani, qui non si sentono soli".