20160907


Anche quest’anno Galleria Campari aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), aprendo gratuitamente al pubblico i suoi spazi espositivi sabato 24 settembre 2016, dalle ore 15.30 alle ore 21.30 con visite guidate gratuite alle ore 15.30, 17.00, 18.30, 20.30 e 21.30, e domenica 25 settembre con visite guidate gratuite alle ore 15.30 e 17.00.

L’iniziativa, promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, ha lo scopo di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i vari paesi europei e promuovere le bellezze, spesso poco conosciute, del patrimonio culturale.

All’iniziativa, com’è ormai tradizione, aderiscono anche molti luoghi della cultura non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata. Uno straordinario racconto corale che rende bene l’idea della ricchezza e della dimensione diffusa del Patrimonio culturale nazionale.

Campari offrirà al pubblico visite guidate gratuite alla scoperta di Galleria CAMPARI e del progetto espositivo Eden, dell’artista concettuale Annamaria Gelmi (Trento, 1948), visitabile fino al 29 ottobre 2016 presso il Campari Wall, all’interno del quartier generale del Gruppo a Sesto San Giovanni.
 
L’Edizione GEP2016 sarà dedicata al tema della partecipazione al patrimonio nella direzione tracciata sin dal 2005 dalla Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società, nota come Convenzione di Faro.
Per il quarto anno consecutivo, sulla scia dei successi degli anni passati, Galleria Campari si schiera in prima linea tra le realtà che hanno aderito all’appello europeo, desiderosa di rappresentare la proposta culturale della città di Milano.
Un’occasione unica di condivisione del proprio patrimonio culturale che per Campari rappresenta un insieme di risorse, valori, conoscenze e tradizioni ereditate dal passato e da mettere a disposizione della comunità, e che Campari desidera, nel quadro di questa straordinaria iniziativa pubblica, sostenere e trasmettere ancora con più forza alle generazioni future.
Tutte le informazioni sui luoghi della cultura aperti e sulle iniziative promosse in occasione delle Giornate Europee saranno disponibili sul sito del MIBACT.