20160913

ATS DELLA BRIANZA AL LAVORO PER IL BENESSERE DEI CITTADINI DI LECCO E MONZA

Numerosi articoli di stampa nazionale e locale hanno posto l’attenzione in queste settimane sull’attuazione della Riforma Sanitaria in Lombardia.
Il  percorso di rinnovamento del Sistema Sanitario della Regione si è avviato con l’approvazione della Legge Regionale 23  dell’agosto 2015, ridisegnando  le funzioni e le competenze degli altri enti del Sistema al fine di ridurre i costi, migliorare i servizi e rafforzare i controlli.

In questi primi mesi, sul territorio dell’ATS della Brianza, sono molte le azioni messe in campo per attuare la Riforma con la massima attenzione nel garantire continuità dei servizi erogati ai cittadini del nostro territorio e progettando, insieme gli altri enti del sistema, strategie ed azioni da poter attuare per rispondere sempre più ai bisogni della popolazioni.
Sul territorio lecchese la Riforma ha portato alla fusione di più Aziende. Il personale della ex Asl di Lecco si è unito a quello dell’Asl di Monza e, con il passaggio di alcuni funzioni erogative verso le ex Aziende Ospedaliere, altro organico è stato trasferito presso le attuali Aziende Socio Sanitarie Territoriali (a Lecco si tratta di 227 persone). 
Sono stati attuati inoltre tutti i protocolli d'intesa tra ATS e ASST territoriali, con stipula dei mandati di rappresentanza, al fine di evitare disagi al cittadino nel periodo di passaggio delle funzioni di erogazione (ad esempio per la distribuzione dei farmaci e l’assistenza protesica) ed istituiti tavoli permanenti di confronto con le tre Direzioni Amministrative delle ASST del territorio (Lecco, Monza e Vimercate) al fine di intercettare e risolvere prontamente eventuali criticità emergenti nell'operatività quotidiana.
L’ATS della Brianza partecipa settimanalmente ai lavori della cabina di regia con le altre ATS regionali e la DG welfare di Regione Lombardia, momento di lavoro importante e strategico per pianificare in modo congiunto l’attuazione della Riforma e per riportare all’interno del Collegio dei Direttori della nostra ATS le strategie e gli obiettivi da attuare.
Un altro passo importante fatto, è il raccordo con i Comuni ed i due  Consigli di Rappresentanza dei Sindaci dei territori di Lecco e Monza: un lavoro nel quale si è cercato di mettere in atto il nuovo ruolo di programmazione territoriale, seguendo la logica dell'integrazione delle politiche, cosa nuova per entrambi.
Un’importante novità riguarda l'attivazione dei Tavoli Rossi (Rete Operatori Socio Sanitari Integrati), uno per Lecco ed uno per Monza, luogo in cui i referenti della rete dell'offerta sanitaria, sociosanitaria e sociale, coordinati da ATS e Comuni, possono confrontarsi  e costruire percorsi condivisi.
Per quanto riguarda l’ambito socio sanitario è stato definito il modello territoriale dei Presidi Socio Sanitari Territoriali “PreSST”  (municipali, di territorio e per patologia) e l'attivazione di oltre 14  gruppi di lavoro (di cui 6 a Lecco) specifici su singole idee progettuali; in campo sanitario è stato inserito, nei contratti con le strutture ospedaliere, il tema delle dimissioni protette e della continuità assistenziale nei contratti con le strutture ospedaliere.
Non va dimenticato infine l’Accordo per il Welfare Territoriale, firmato lo scorso 11 giugno con un centinaio di stakeholder del territorio, costruito sviluppando un primo documento, frutto del lavoro di un gruppo di dipendenti dell’ATS, successivamente sottoposto al vaglio di macro-intese, in cui l'idea di benessere come idea guida, poggia le sue basi sull'organizzazione della rete dei servizi. La sottoscrizione dell'Accordo Territoriale per un Nuovo Welfare è stato il momento apicale di questa collaborazione e disponibilità a lavorare in rete da parte di numerosi soggetti.  
L’ATS della Brianza sta vivendo da protagonista l'applicazione della Riforma con un’unica importante finalità: il benessere dei cittadini del territorio di Lecco e di Monza.