20160903

Doppi turni al Parini a Lecco: il fallimento della politica

Arrivare a pochi giorni dall’inizio della scuola con la soluzione dei doppi turni al Parini significa assistere all’ennesimo fallimento della politica. Appaiono pressoché ovvie le difficoltà che si ingenerano quanto a trasporto, sviluppo dei curricoli e aspettative personali di vita degli allievi.
Teniamo infatti conto della vita sociale fatta di attività sportivo/ricreative e di altra natura che concorrono comunque alla realizzazione piena del progetto di vita di ciascun ragazzo, e che verrebbero pressoché cancellate. Non solo, nello specifico è la stessa offerta formativa che verrebbe a subire una drastica riduzione o, quantomeno, un sensibile rimaneggiamento. La lesione del diritto allo studio è patente anche solo partendo dalla considerazione degli orari e del calendario scolastico che si intendono adottare. Nello specifico si costituirebbero moduli di 50 minuti in barba alla normativa vigente. Verrebbe radicalmente modificato di conseguenza anche il calendario scolastico,  creando problemi gestionali alle famiglie.
La nostra non vuol essere una polemica pretestuosa. Soluzioni al problema potevano essere trovate già nel mese di giugno, ad esempio  ricercando possibili spazi cittadini come nell’ipotesi avanzata dell’ex Politecnico.
Auspichiamo quindi che le Istituzioni riescano ad individuare una soluzione rispettosa delle esigenze legate all’offerta formativa utilizzando questi ultimissimi giorni per individuare spazi e aule necessari e idonei, evitando così i doppi turni.

Le Organizzazioni sindacali rimangono disponibili a qualsiasi confronto con le Istituzioni e la cittadinanza.