20160922

Il 2 ottobre si rinnova l’appuntamento con l'88°Piccolo Giro di Lombardia 2° Trofeo Memorial “Giorgio Frigerio”


di Gianni Riva.
OGGIONO - Ciclismo internazionale sulle strade oggionesi. Il comune, il prossimo 2 ottobre, diventa la capitale della categnoria Under 23. Categoria che nella settimana successiva si confronterà nel Qatar per il campionato del mondo. Un interessante "antipasto" è quello che accadrà  appunto ad Oggiono  con la gara ciclistica  "88mo Piccolo Giro di Lombardia internazionale Under 23” 



Per il settimo anno  anno consecutivo sarà il Velo Club Oggiono del presidente Daniele Fumagalli a curare tutti gli aspetti organizzativi.Come la prescedente edizione  il “Lombardia” è dedicato  alla memoria di  Giorgio Frigerio, imprenditore di successo col ciclismo e il Velo Club Oggiono nel cuore."Questo splendido nostro territorio - commenta il Sindaco Roberto Ferrari -  ancora una volta è il palcoscenico di questa gara internazionale che per noi è cara da molti anni. 
. Sono convinto che i corridori  che prenderanno parte a questa gara troveranno ancora più importanti motivazioni per il loro percorso agonistico".Il presidente del velo club Oggiono Daniele Fumagalli, aggiumge. "Se possiamo organizzare questa corsa internazionale lo dobbiamo a tutti i nostri volontari i soci gli sponsor oltre al Comune di Oggiono, Grazie anche alla Rai che darà visibilità a questo importante evento sportivo". Anche la Regione Lombardia con lì'assessore allo sport Antonio Rossi è vicina alla manifestazione sportiva. Rossi aggiunge: "La Regione Lombardia ha nel suo cuore l'attività sportiva dei giovani e questa gara ciclistica ne ha tutte le caratteristiche per essere una vetrina importante per attrarre l'attenzione alle nuove leve in questo caso per chi ama la bicicletta agonistica". Al via della gara internazionale saranno presenti squadre importanti provenienti anche da oltre confine europeo. Il trofeo che andrà al vincitore è dedicato alla memoria di Giorgio Frigerio è un'opera dell'artista di fama internazionale  Francesco D'Alconzo dal titolo "Luce e ombra".