20161004

Riduzione del contributo Inail. Tutte le risposte in un incontro

Un appuntamento organizzato dall’Api di Lecco lunedì 10 ottobre alle ore 15.00


Lunedì 10 ottobre alle ore 15.00 si terrà un incontro gratuito presso la sede dell’Api di Lecco per illustrare agli imprenditori come ottenere una riduzione del tasso Inail relativo al 2016.

Le aziende, infatti, che durante l’anno solare realizzano interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, oltre alla semplice ottemperanza delle normative, possono presentare un’istanza di riduzione del tasso medio di tariffa Inail compilando opportunamente il cosiddetto Modello Ot24.

“Dal 2015 la documentazione probante gli interventi migliorativi realizzati dalle aziende deve corrispondere a criteri più stringenti rispetto al passato – ha dichiarato Silvia Negri, Responsabile dell’Ufficio ambiente e sicurezza dell’Api di Lecco – Per questa ragione c’è stato un calo significativo nella presentazione di istanze. Abbiamo pertanto organizzato un incontro in cui gli imprenditori possano richiedere spiegazioni sulle azioni e buone prassi indicate dall’Inail e individuare una strategia ottimale per cogliere le opportunità fornite dal Modello Ot24”.

L’incontro si focalizzerà sulle azioni effettivamente realizzabili dalle Pmi e godrà del supporto e della consulenza di un esperto della società Tecno habitat, da tempo a fianco di Api con la propria professionalità e competenza.

“Il modello Ot24, che è stato pubblicato dall’Inail a metà luglio, deve essere restituito corredato della documentazione necessaria entro i primi mesi del 2017 – ha spiegato Negri – È quindi necessario che gli imprenditori approfondiscano tempestivamente le modalità di accesso agli sgravi economici, poiché c’è ancora tempo per intervenire”.

Alcuni requisiti per accumulare punteggi e ottenere la riduzione del contributo Inail sono:
-      possesso di certificazioni;
-      interventi nell’ambito della responsabilità sociale;
-      adozione di buone prassi suggerite a livello ministreriale;
-      la sistematica documentazione e analisi dei cosiddetti ‘quasi infortuni’;
-      la selezione di fornitori di servizi sulla base del loro impegno per la sicurezza e non solo di criteri meramente economici;
-      la verifica dell’efficacia della formazione obbligatoria dei lavoratori;
-      interventi a favore di una maggiore sicurezza stradale dei lavoratori e delle aree in prossimità dell’azienda;
-      la formazione dei lavoratori stranieri; …

Per informazioni e iscrizioni, si rimanda al sito internet dell’Api di Lecco: www.api.lecco.it