20161014

Ritorna a Lecco l'attesissimo fine settimana dedicato al cioccolato.Inaugurazione giovedi 13 ottobre

Va di scena sul lungolago cittadino fino a domenica 16 ottobre l'ormai tradizionale appuntamento con il cioccolato organizzato da Promozioni Confesercenti con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Lecco.


"Si tratta di una manifestazione apprezzata dai lecchesi e dalle persone che frequentano il nostro bel lungolago nelle giornate di festa e nei weekend, un evento dedicato al cioccolato e alla pasticceria artigianale, che ingolosisce e diverte anche grazie a un format collaudato che riproponiamo anche quest'anno - sottolinea l'assessore al turismo del Comune di Lecco Francesca Bonacina -. L'edizione 2016 della Festa del Cioccolato s'inserisce a suo modo anche nell'ambito della rassegna Lecco città dei Promessi Sposi: nel corso della giornata di domenica infatti un artista realizzerà una scultura di cioccolato che sarà per l'occasione ispirata al capolavoro manzoniano. Ringrazio infine Promozioni Confesercenti per aver scelto ancora una volta la nostra location contribuendo così al consolidamento di un calendario eventi accattivante e in continua evoluzione".Venerdì pomeriggio sarà riproposta la realizzazione di una maxi tavoletta di cioccolato: 20 metri di dolcezza che saranno poi offerti a tutti coloro i quali visiteranno la sagra del cioccolato, mentre all'imbrunire di sabato scatterà ancora una volta la cosiddetta notte nera del cacao, con degustazioni di cioccolata calda e stand aperti fino alle 23.
"La Festa del Cioccolato è diventata una dolcissima tradizione per Lecco - sottolinea Giulio Zambelli, presidente di Promozioni Confesercenti -, è un evento di qualità che ogni anno richiama golosi da ogni angolo di Lombardia e non solo. La nostra esperienza ci insegna che, grazie alla festa, sul lungolago di Lecco arrivano migliaia di persone che poi usufruiscono anche dei negozi, dei bar e dei ristoranti della città: una bella spinta per il commercio che rende l'evento un valore aggiunto per la città, perché la anima e la valorizza".