20161120

DI CAVALLO IN TORRE E DI TORRE IN CAVALLO Scacchi e scacchiere di arte contemporanea in Italia

Martedì 22 novembre, ore 18.00

FELTRINELLI COMO
Via Cesare Cantù 17, Como

Interverranno Milly e Rodolfo Pozzi collezionisti di scacchi,
e Roberto Borghi critico d’arte e autore del volume.
Durante la presentazione saranno esposte due scacchiere d’autore.


Nel corso del Novecento gli scacchi hanno affascinato numerosi esponenti della scena artistica internazionale. Da Max Ernst a Rachel Whiteread, da Alexander Calder a Barbara Kruger, superfici a quadri neri e bianchi (e talvolta solo bianchi o solo neri), così come rielaborazioni di Cavalli, Torri e Regine, fanno la loro comparsa in opere che riflettono sul senso del gioco e delle sue regole, sulle dinamiche creative e sulla sfida lanciata dall’arte alle norme che regolano il linguaggio. Esemplare in questo senso è la figura di Marcel Duchamp, alla quale Achille Bonito Oliva ha dedicato nel 1973 un’approfondita mostra intitolata, non a caso, “La delicata scacchiera”. L’ombra di Duchamp lambisce molti tra gli artisti italiani che si sono confrontati con l’immaginario scacchistico: anche alcuni tra quelli coinvolti in “Di cavallo in torre e di torre in cavallo”. La maggior parte delle opere raccolte in questo libro, realizzato in seguito a una mostra presso la Pinacoteca Civica di Como, si richiama però a quella visione enigmatica, metafisica e allo stesso tempo intrigante del gioco degli scacchi propria di un grande, ma poco ricordato, scrittore degli ultimi decenni, Giuseppe Pontiggia.rante la presentazione saranno esposte due scacchiere d'autore.