20161124

DOMENICA A COMO IL NUOVO VESCOVO CANTONI. ECCO IL SUO SALUTO ALLA DIOCESI LARIANA


Domenica  27 novembre, la Chiesa di Como accoglierà il suo nuovo Vescovo, monsignor Oscar Cantoni. Al mattino, dalle 10, il nuovo presule lariano incontrerà una rappresentanza di giovani; a seguire sono previsti l’incontro e il pranzo con il mondo della Carità.  La vera e propria cerimonia inizierà però di pomeriggio, e culminerà nella celebrazione liturgica in cattedrale.
Alle 14 tutta la città è invitata ad accogliere monsignor Cantoni a Porta Torre, dove è previsto un indirizzo di saluto da parte delle autorità cittadine. Da qui il Vescovo Oscar raggiungerà a piedi la Cattedrale, camminando per le vie del centro storico. Alle ore 15 avrà inizio la celebrazione del rito per l’inizio del ministero pastorale di monsignor Cantoni: sarà presente l’arcivescovo metropolita di Milano, il cardinale Angelo Scola. “La nomina a vescovo di Como mi è giunta inattesa, accolta con meraviglia e con qualche timore – dichiara Cantoni -  Non è facile raccogliere il peso di una missione episcopale così impegnativa quale è quella della diocesi di Como. Tuttavia sono consapevole che è nello stile di Dio usare persone semplici perché Egli possa compiere attraverso di esse le sue meraviglie!
Mi sento di nuovo chiamato dal Signore Gesù ad un più intenso “sì, eccomi!”, quale
restituzione dei doni e delle occasioni di grazia che il Signore mi ha regalato in questi
anni. Sono grato, innanzitutto, al santo Padre Francesco per la fiducia che Egli mi ha riservato,
sapendo che la scelta della mia persona quale vescovo di Como è stata principalmente
sua! Una vera e profonda gratitudine vorrei esprimere anche a colui che mi ha preceduto in
questo compito pastorale, il fratello vescovo Diego Coletti, che resterà sempre per tutti
noi un padre e un fratello. Penso con gioia e riconoscenza anche ai miei vescovi defunti: mons. Teresio Ferraroni, che mi ha ordinato presbitero e mons. Alessandro Maggiolini, che mi ha consacrato
vescovo. Non posso, però, dimenticare anche tante figure esemplari di preti comaschi
(vivi e defunti) e di tanti laici e laiche, giovani, sposi e persone consacrate, che mi hanno
seguito negli anni della mia formazione e con cui ho collaborato nel corso del mio
ministero presbiterale a Como. Ho davanti a me tutto il nostro presbiterio, ma anche l’intero popolo di Dio nelle sue varie articolazioni, nella ricchezza, nella bellezza e nella diversità dei doni che già
condivide, a beneficio della comunità cristiana e a servizio della società in cui viviamo.
Ho inviato una lunga lettera a tutta la comunità cristiana, nella quale saluto e ringrazio le
diverse categorie. In essa cerco di esprimere i miei sentimenti, così che tutti si sentano
accolti, stimati e incoraggiati. Mi affido alla benevolenza di ciascuno, mentre auspico di poter lavorare alacremente insieme, nella vigna del Signore, con una comune, grande passione per
l’evangelizzazione”.

CURRICULUM VITAE DI MONSIGNOR OSCAR CANTONI
Nato a Lenno il 1° settembre 1950, trasferitosi con la famiglia all'età
di otto anni a Tremezzo (Co), entra nel Seminario di Como nel 1970,
dopo gli studi classici compiuti al Collegio Gallio di Como, retto dai
Padri Somaschi.
Viene ordinato presbitero nella Cattedrale di Como il 28 giugno 1975
dal vescovo mons. Teresio Ferraroni con altri dodici giovani.
Subito dopo l'ordinazione sacerdotale, gli viene affidato l'incarico di
curare la pastorale vocazionale diocesana, e dal 1975 al 1999 è quindi
responsabile del Centro diocesano Vocazioni, organizzando, lungo gli
anni, vari momenti formativi e iniziative di preghiera, rivolte
specialmente ai giovani.
Dal 1975 al 1982 è collaboratore parrocchiale nella parrocchia di
Santa Maria Regina di Como Muggiò e dal 1983 al 1992 insegnante di
Religione nelle scuole medie superiori.
Nel 1986 è nominato Padre Spirituale del Seminario di Como, incarico
mantenuto fino al 2003, anno in cui diviene Vicario Episcopale per il
Clero.
Ha contribuito alla nascita e allo sviluppo nella Diocesi di Como
dell'Ordo Virginum che ha seguito come delegato vescovile dal 1991 al
2003.
Nei vari anni è stato più volte membro del Consiglio Presbiterale e del
Consiglio Pastorale Diocesano.
Insignito del titolo di Prelato d'onore di Sua Santità l'11 luglio 2000.
Eletto alla sede vescovile di Crema il 25 gennaio 2005, riceve
l'ordinazione episcopale nella Cattedrale di Como per le mani del
Vescovo Alessandro Maggiolini il 5 marzo e prende possesso della
Diocesi di Crema il 19 marzo 2005.
Nella Conferenza Episcopale Italiana ha svolto il ruolo di assistente
del Visitatore per i Seminari dal 2005 al 2015.
Attualmente è membro della Commissione episcopale per il Clero e la
Vita Consacrata, referente per l’Ordo Virginum in Italia