20161117

“LA CACCIA”, PERSONALE MILANESE DI ALDO DAMIOLI, PRESSO L’AUDITORIUM PIERO CALAMANDREI DI LA SCALA STUDIO LEGALE

Ottanta disegni a colori, schizzi su carta di persone raffigurate in attività di svago e di relax, compongono “La Caccia”, la personale dell’artista milanese Aldo Damioli curata dalla critica e storica dell’arte Vera Agosti e ospitata da La Scala Studio Legale e dalla sua Toogood Society nell’Auditorium Piero Calamandrei in via Correggio 43, a Milano.
L’inaugurazione – aperta al pubblico – è prevista con un vernissage il 23 novembre 2016 alle 18:30, al quale parteciperanno l’artista e la curatrice della mostra.
“La Caccia” - che dà il titolo alla mostra - è quella dell’immagine perfetta che, secondo Damioli, è la figura capace di imprimersi nella memoria collettiva grazie alla sua carica espressiva e alla sua componente estetica, diventando icona.

Con questa nuova mostra, l’autore pone l'accento non solo sulla centralità della visione, ma anche sul processo creativo e sulla strategica importanza dell’immagine e dello stile.
I bozzetti esposti sono gli esercizi alla base della nuova serie pittorica di Aldo Damioli “Le Figure Luminose”, così intitolate per i brillantissimi colori utilizzati che illuminano la composizione. Le prove su carta, tutte a colori, costituiscono opere d'arte autonome. Compare inoltre l'esito finale di uno di questi disegni, raffigurante un dono (il Regalo, 2016), trasformato in dipinto.

Vera Agosti, curatrice della mostra, spiega: “I disegni hanno un sapore diverso rispetto ai dipinti, essendo maggiormente gestuali. E' come se nell'autore convivessero due anime, una più espressiva e istintiva, dove il segno lascia spazio all'interpretazione, per esempio nei bozzetti, e una più razionale, nella quale dominano l'ordine e la ragione, come nelle tele, in cui la composizione si fa più fredda e controllata”.
Aldo Damioli è noto per le sue vedute “Venezia-New York” in cui, come un Canaletto del XXI secolo, immortala la Grande Mela, simbolo della modernità,


partendo dalla maniera dei Vedutisti settecenteschi, sovvertendo le aspettative e creando una sorta di corto circuito nell'osservatore, con l’intento di trasformare il consueto e il banale in un fatto estetico. Lo stesso proposito animava il ciclo delle “Pizze” degli anni Ottanta, attraverso lo stile e il linguaggio, allineando lo stile al soggetto.
Giuseppe La Scala, Senior Partner di La Scala Studio Legale, ha dichiarato: “Oltre a ospitare con regolarità nel nostro Auditorium mostre d’arte, sia di autori emergenti che di artisti più affermati, stiamo ampliando la nostra collezione di opere d’arte contemporanea. I benefici sono molteplici: un ambiente godibile in cui lavorare, nuovi sguardi sul mondo e stimoli culturali che arricchiscono la mente“.
La mostra sarà aperta al pubblico da giovedì 24 novembre 2016 a lunedì 9 gennaio 2017, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00.
Aldo Damioli
Nasce nel 1952 a Milano, città dove vive e lavora. Durante la formazione, si interessa di arte, fotografia, design, storia, patologia. Damioli partecipa a numerose mostre in Italia e all’estero, tra cui varie Biennali e Quadriennali. Per ricordarne alcune: nel 1998, al Museo di Arte Contemporanea di Tirana, con la mostra Mediterranea 1. Nel 2000 è tra gli artisti di L'altra metà del cielo, mostra curata da Alice Rubbini e Peter Weiermair al Rupertinum di Salzburg, che prosegue alla Kunstsammlungen di Chemnitz per approdare l'anno dopo alla Galleria d'Arte Moderna di Bologna e nel 2002 al Museo di Arte Moderna di Budapest. Sempre del 2000, la partecipazione a Sui Generis, allestita negli spazi del Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano, a cura di Alessandro Riva. Nel 2007 partecipa alla mostra Arte Italiana 1968-2007 Pittura, una collettiva ideata da Vittorio Sgarbi, allestita negli spazi di Palazzo Reale a Milano. Su invito di Duccio Trombadori, partecipa alla 54ma Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia. Nel 2015 la personale Città metropolitane, a cura di Vera Agosti, presso Villa Clerici a Milano e nel 2016 la personale Figure luminose, curata dallo stesso critico, nella Sala dell’Incompiuta del Castello di Belgioioso.
La Scala Studio Legale
Fondato nel 1991, La Scala offre ai propri clienti, da venticinque anni, una gamma completa e integrata di servizi legali. Tra i primi studi legali nel contenzioso bancario e fallimentare, è oggi leader riconosciuto nei servizi di recupero crediti giudiziale. E’ inoltre attivo nei servizi professionali dedicati alle imprese, nonché nel diritto civile e di famiglia.
Dopo la sede principale di Milano, nel corso degli anni sono state aperte le altre sedi di Roma, Torino, Bologna, Vicenza, Padova, Firenze, Ancona.


Oggi lo Studio comprende circa 120 professionisti e uno staff di oltre 80 persone, e assiste stabilmente tutti i principali gruppi bancari italiani, numerose imprese industriali e commerciali, importanti istituzioni finanziarie.
Dal 2000 pubblica IUSLETTER che, nata come rivista bimestrale, nel 2012 è diventata un vero e proprio portale web di informazione giuridica, quotidianamente aggiornato.