20161104

LUMINARIE A LECCO, LA COLLABORAZIONE CONFCOMMERCIO-LTM FUNZIONA

Procede a gonfie vele la raccolta di adesioni: a partire dal prossimo 26 novembre saranno illuminate anche nuove vie


Mancano poco meno di tre settimane alla accensione delle luminarie a Lecco, prevista per sabato 26 novembre. La nuova proposta punta a illuminare in modo omogeneo e uniforme la città, creando un tetto di luci scintillanti lungo le vie. La sperimentazione è stata sottoposta ai commercianti in anteprima fin da metà ottobre con una “dimostrazione” in via Mascari che ha subito registrato apprezzamenti: ora si sta procedendo con la raccolta delle ultime adesioni.

Anche quest’anno l’organizzazione delle luminarie è in capo all’associazione lecchese Ltm, in collaborazione con Confcommercio Lecco (che le ha gestite direttamente per dieci anni, fino al 2014, ndr) e con il Comune di Lecco (che mette a disposizione i contatori e si fa carico dei costi dell’energia elettrica).
“La collaborazione con Ltm, decisa a inizio 2015 per valorizzare ulteriormente l’iniziativa, si è confermata una scelta vincente da parte dell’associazione – spiega il direttore di Confcommercio Lecco, Alberto Riva – Quest’anno abbiamo voluto cambiare fornitore e tipologia di luminarie, procedendo per la prima volta con una “demo” della proposta per coinvolgere sempre più i negozianti. La risposta è stata ampiamente positiva: siamo convinti che Lecco sarà ancora più luminosa e viva in occasione delle feste natalizie”.
Anche il presidente di Ltm, Enrico Valsecchi, è soddisfatto di come sta procedendo l’iniziativa: “Siamo contenti della collaborazione con Confcommercio Lecco, con cui condividiamo numerose iniziative nel corso dell’anno. Sulle luminarie natalizie la risposta dei commercianti è stata ottima: le adesioni procedono molto bene. Siamo riusciti a incrementare anche le zone coperte dalle luminarie. Penso a via Marco d’Oggiono, ma anche al rione di Castello con corso Matteotti, via Papa Giovanni XXIII, via Solferino e via Fogazzaro. Proprio a Castello, commercianti e artigiani potranno anche beneficiare del contributo dell’associazione Casa Artigiani, che ringrazio per la disponibilità mostrata”.