20161106

Un “Concerto per violoncello solo”


Venerdì 11 novembre il secondo appuntamento con “L’anime a rallegrar”


Un viaggio musicale attraverso la storia del violoncello, che a partire da brani seicenteschi condurrà i presenti sino al più recente e inaspettato utilizzo dello strumento in pezzi rock. Protagonista un musicista apprezzatissimo, membro di importanti orchestre tra cui, per citarne alcune, la Filarmonica della Scala di Milano, la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra della Svizzera Italiana e la Camerata Salzburg. Si tratta di Marco Maria Radaelli, che venerdì 11 novembre 2016 sarà ospite del secondo appuntamento con L’anime a rallegrar, la rassegna musicale promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi sotto la direzione artistica del maestro Massimo Mazza, già direttore della Civica Scuola di Musica del Consorzio.


Dopo il concerto Un tango per due, che lo scorso 4 novembre ha portato a Sirtori il duo composto da Enea Leone alla chitarra e Roberto Bongianino al bandoneon, questa volta ci si sposta a Nibionno, precisamente nella Sala dell’Oratorio S. Luigi di Cibrone, dove a partire dalle 21 si terrà un Concerto per violoncello solo. Un tour lungo la linea del tempo, come accennato: un viaggio musicale che andrà dal XVII secolo e condurrà sino ad oggi, il tutto con particolare attenzione alle Suites di Gaspar Cassadó e con uno sguardo alle più recenti declinazioni del violoncello.

Dopo il diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con Marco Bernardin, Radaelli ha perfezionato la sua preparazione frequentando numerosi corsi, da quello presso l’Accademia Musicale Chigiana a quello con Enrico Bronzi (docente al Mozarteum di Salisburgo), senza tralasciare il Corso triennale di Alto Perfezionamento presso la Fondazione Romano Romanini di Brescia con Mario Brunello. E poi una serie di collaborazioni di altissimo livello: membro dell’Orchestra del Teatro alla Scala, dal 2007 è invitato come primo violoncello dalla Camerata Salzburg e oggi suona in diverse formazioni in Italia e all’estero, dalla Filarmonica della Scala di Milano all’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. È violoncellista, infine, del Quintetto Bislacco, formazione d’archi che propone un repertorio capace di spaziare da Bach a Jimi Hendrix.

L’ANIME A RALLEGRAR – Il concerto è parte della terza edizione de L’anime a rallegrar, cinque appuntamenti con la musica classica promossi dal Consorzio Brianteo Villa Greppi. Una kermesse che sino al 2 dicembre 2016 avrà per protagonisti  docenti della Civica Scuola di Musica del Consorzio e altrettanti professionisti di alto livello, da tempo legati alla Scuola e oggi protagonisti di una rassegna che, nel titolo, cita Carducci perché nota di colore durante l’autunno.

INFORMAZIONI - Tutti i concerti sono a ingresso libero. Per ulteriori informazioni Consorzio Brianteo Villa Greppi: info@villagreppi.it | tel. 039 9207160.