20161205

“CSR: Comunità Socialmente Responsabili” In SILEA presentato il progetto che coinvolge quattro aziende del territorio


È stato presentato nei giorni scorsi presso la sala convegni di SILEA, il progetto "CSR Comunità Socialmente Responsabili", promosso da Terra Project in collaborazione con l'associazione Direzione Futuro e Terra Institute di Bressanone. OIbiettivo del progetto, a cui partecipano significative realtà industriali del territorio come CMM Magatti di Mandello Lario, Fiocchi Munizioni SpA di Lecco, ElectroAdda SpA di Brivio e Sircatene SpA di Missaglia,
è la diffusione di buone pratiche in tema di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale, con uno specifico focus sul vaste management e sulla possibilità di immissione dei rifiuti in un processo di economia circolare. In tal senso, l'apporto di SILEA SpA si rivela particolarmente significativo, quale realtà di reinserimento a livello provinciale nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti.
"Da sempre, SILEA vede nella sensibilizzazione dei cittadini in materia di riduzione e gestione dei rifiuti una delle priorità della propria mission aziendale. - ha ricordato in apertura il Direttore generale di SILEA, Marco Peverelli - Ridurre gli sprechi, contenere i consumi, recuperare e riciclare quanto più possibile, conferire in modo ordinato e differenziato sono altrettanti volti della stessa responsabilità sociale di cui ciascun cittadino deve farsi portatore. Lo spieghiamo in occasione dei laboratori e degli incontri nelle classi che realizziamo con gli insegnanti e gli allievi delle scuole di ogni ordine e grado della provincia, lo affrontiamo in occasione dei nostri open day e di tutte le campagne che promuoviamo".
"Questo progetto - ha continuato - ci permette di raggiungere un target, quello delle imprese, che in un territorio a forte industrializzazione come il nostro rappresenta un interlocutore primario. E, nella presentazione del percorso che queste imprese stanno affinando e nel “modello” comportamentale che esse sapranno sviluppare, individuiamo la possibilità di definire un benchmark per tutto il sistema economico-produttivo della nostra comunità territoriale".
Ad illustrare il progetto sono stati Anna Riva, presidente di Terra Project, e Mauro Vaia, di Terra Institute. "Vogliamo favorire la trasformazione del territorio a partire dai comportamenti virtuosi delle aziende, favorendo una loro riflessione sul significato della responsabilità sociale d'impresa. - ha affermato Anna Riva - Un nuovo paradigma economico si sta affermando a livello mondiale come conseguenza delle grandi sfide ecologiche e sociali a livello globale. Tale paradigma sta cambiando radicalmente ciò che determina il successo delle aziende e la definizione stessa di successo. In tal senso le aziende oggi sono chiamate a misurarsi con il tema della sostenibilità non solo in relazione agli adempimenti normativi, ma sviluppando una responsabilità sociale a 360 gradi verso ambiente, persone, sviluppo territoriale e nuove generazioni".
"Il waste management fa parte di un sistema di gestione ambientale complessivo. - ha continuato Mauro Vaia - Con le imprese che hanno aderito alla nostra proposta abbiamo avviato una attività di analisi dei loro processi ed elaborato una serie di progetti di miglioramento, con l'obiettivo di trasformare le aziende stesse in "imprese sostenibili", con tutti i benefits che derivano, sia in termini di opportunità di business attraverso forme di circulary economy, sia in termini di maggiore efficienza e responsabilità sociale a livello territoriale. Non è un modello astratto, ma personalizzato, che deve andare ad integrarsi con l'identità stessa dell'azienda".
Il progetto prevede nei prossimi mesi l'accompagnamento delle aziende in questo percorso di miglioramento, con una forte azione formativa interna indirizzata ad attivare e sviluppare uni progetto di CSR verso la sostenibilità ambientale e sociale. "Proprio questo approccio innovativo ed estremamente concreto, con forti implicazioni e valenze sia sulle imprese che sul territorio, ci ha portato a sostenere questo progetto. L'obiettivo è quello della diffusione di un'idea di economia sostenibile che possa tradursi anche in un corso di green manager", ha sottolineato Chiara Ratti dell'associazione Direzione Futuro.
È quindi seguita la presentazione dei diversi progetti aziendali: dalla "fabbrica che respira" che veda i rifiuti come risorsa (Rossella Sirtori, Sircatene SpA) alla diffusione di una maggior consapevolezza delle maestranze nella gestione dell'area relax aziendale (Lorenzo Del Giudice, Fiocchi Munizioni SpA); dalla gestione dei macchinari di produzione per ottimizzare l'energia consumata (Maurizio Russo, ElectroAdda SpA) alla valorizzazione del tema della bellezza di una impresa (Alberto Magatti, CMM Magatti).
Prossime tappe del progetto un momento di restituzione dei risultati presso la Camera di commercio di Lecco, in programma il 26 gennaio alle ore 16,30.