20161206

Cult City: l’anno del turismo lombardo e le capitali d’arte



Riflessi di luce sul lago: è questo il titolo del programma di intervento dedicato ad Alessandro Volta e che ha visto Comune, Regione Lombardia e Unioncamere firmare una convenzione che porterà sul territorio un contributo regionale di quasi 600mila euro.
Il progetto di Como, finalizzato alla valorizzazione turistica del patrimonio artistico regionale e al rafforzamento dell’attrattività delle città capoluogo attraverso un’offerta sempre più esperienziale, si articolerà tra interventi di infrastrutturazione e azioni di promozione. Questo progetto ci offre l’occasione di riqualificare una delle aree, quella dei giardini a lago, di maggior importanza dal punto di vista paesaggistico e turistico e anche storico, artistico e culturale - spiega l’assessore all’Edilizia Pubblica Daniela Gerosa - Particolare valore sarà dato alla luce. Avremo nuovi impianti e installazioni luminose per valorizzare la scenografia del luogo e i monumenti esistenti. Nuova luce si tradurrà anche in maggior sicurezza con il risultato che avremo uno spazio pubblico ancora più vivibile”. Si affiancheranno a queste una serie di investimenti tecnologici quali l’estensione della rete Wi-Fi pubblica, federata a quella regionale, e il potenziamento del sito visitcomo.eu oltre alla creazione di una nuova App gratuita e multilingue per la scoperta della città. La promozione turistica si caratterizza, invece, per la stretta collaborazione con Explora ScPA finalizzata a generare un’immagine unitaria delle capitali d’arte della Lombardia mettendo a sistema il patrimonio delle singole destinazioni e valorizzando al contempo le specificità e le identità territoriali con l’obiettivo di riprogettare il percepito collettivo attraverso strumenti e iniziative di comunicazione innovative: tra queste anche l’individuazione di un testimonial illustre per ciascuna Cult City. È stato poi individuato un nuovo itinerario dedicato ad Alessandro Volta e alla Città della Luce che verrà promosso, in particolare, attraverso i canali digitali e la produzione di materiali multimediali dedicati e che verrà reso più appetibile attraverso la creazione di un vero palinsesto degli eventi che coprirà interamente la prima parte della stagione turistica 2017 culminando, il 29 maggio, con la Festa della Regione Lombardia che chiuderà l’Anno del Turismo Lombardo.  “Gli interventi previsti faranno luce e non solo metaforicamente, sul nostro Alessandro Volta, inventore della pila e padre dell’elettricità e il cui museo si trova nei giardini a lago - commenta l’assessore alla Cultura e al Turismo, Luigi Cavadini -  Avremo l’occasione di riannodare un legame con un personaggio che ha fatto la storia del mondo e la cui figura deve essere degnamente ricordata al mondo”. Al progetto, presentato alla giunta di Palazzo Cernezzi, dall’assessore Luigi Cavadini, hanno lavorato il capo di Gabinetto e dirigente del settore Comunicazione del Comune di Como Valeria Guarisco e il manager del Distretto Urbano del Commercio e del Distretto dell’Attrattività Lorenzo Donegana che hanno partecipato al tavolo tecnico promosso da Regione Lombardia insieme ad Unioncamere Lombardia ed Explora ScPA. "L’obiettivo di Cult City è valorizzare l'offerta turistica esperienziale legata alle nostre città d’arte in sinergia con i Comuni - spiega Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia - È un intervento senza precedenti: le città d’arte della Lombardia non sono infatti mai state interessate da un piano così specifico e strutturato. Per la prima volta si mette in campo un cospicuo impegno economico ad hoc, oltre 6,4 milioni di euro, proprio per farle crescere in modo sussidiario e integrato come asset strategico di sviluppo per il tessuto economico locale e, soprattutto, per farle conoscere ed apprezzare come una delle nostre risorse turistiche più importanti. Sono certo che la realizzazione di ‘Riflessi di luce sul lago’ renderà Como ancora più attrattiva ed accogliente. Como ha infatti saputo cogliere appieno l’opportunità offerta dalla Regione con un progetto molto ricco che mette a sistema la bellezza, le potenzialità e tutti gli elementi che contraddistinguono l’attrattività della città e la renderà ancora più visibile sul mercato turistico". Il progetto, che torna a prevedere la collaborazione con i Comuni di Cernobbio e di Brunate per creare un percorso più ricco e articolato, vede inoltre la partecipazione dei principali protagonisti dell’attrattività del territorio sia pubblici (Camera di Commercio di Como, ASF, Navigazione Laghi, Fondazione Volta, Lombardia Film Commission) che privati (le associazioni di categoria partner del Distretto Urbano del Commercio di Como, il Teatro Sociale/As.Li.Co., gli organizzatori del Lake Como Film Festival e il Consorzio Como Turistica).