20170122

Boffi, Tettamanti, Canali e Sironi premiati al 2° concorso Anmil a Lissone





di Silvano Valentini
 Fortunato Boffi, Mario Tettamanti, Cesare Canali e Giuliano Sironi sono i vincitori della seconda edizione del “Concorso Artistico Anmil”, l’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro della sede territoriale di Monza e Brianza,
svoltosi nei giorni scorsi, con una mostra delle opere partecipanti al concorso, l’inaugurazione ufficiale e la premiazione dei primi classificati, presso il prestigioso Palazzo Terragni di Lissone (nella foto con le opere premiate, in ordine di classifica), presenti, fra gli altri, le autorità comunali come Concettina Monguzzi, sindaco della città, e dell’Anmil, a cominciare dal neopresidente regionale Firmino Di Barbora.
Fortunato Boffi è stato premiato dalla giuria con il primo posto con la seguente motivazione: “Per il forte impatto emozionale dell’impianto cromatico-compositivo di concezione estremamente moderna dell’opera ‘Beatitudine’, con cui l’artista ha inteso significare gli impulsi più reconditi e profondi del nostro ‘io’ più autentico”.
Mario Tettamanti si è posizionato al secondo posto “Per l’enigmatica e anonima ambientazione di una varia e smarrita umanità persa nelle impietose nebbie urbane e sociali della metropoli, monocromaticamente raffigurata dall’autore con vaganti e spersonalizzate silhouette in chiaroscuro”.
Cesari Canali si è classificato terzo, secondo la giuria, “Per la grande e non comune forza espressiva dell’immagine e del colore con cui l’artista ha saputo efficacemente raffigurare un potente simbolo di emancipazione umana, come le catene spezzate, nell’opera ‘Le ali della libertà’”.
Giuliano Sironi è stato invece il primo fra gli associati all’Anmil, “Per la suggestiva e gradevole atmosfera evocativa di un tempo che fu, con un misterioso incontro in un incantevole e rigoglioso angolo di verde natura, sapientemente reso dall’artista con rapide ed essenziali pennellate”.

Adesso gli organizzatori dell’Anmil, soddisfatti di queste due prime esperienze, stanno già pensando alla prossima edizione del concorso e alla nuova location, dopo Villa Sartirana di Giussano e Palazzo Terragni di Lissone.