20170125

Fra tigrotti bustocchi e aquilotti blucelesti a vincere 2-1 è la Pro Patria. Il calcio Lecco è in lutto per la scomparsa dell'amato ex giocatore Giorgio Azzimonti

Foto Alessio Corti 


Gianni Riva
LECCO - Nel recupero della II giornata di ritorno del campionato di Serie D al Rigamonti.Ceppi la Pro Patria, pur soffrendo a Lecco, si è aggiudicata il match per 2-1. La sconfitta ha reso più difficile il  momento del Lecco. Poche ore prima del confronto i colori blucelesti sono in lutto. E' scomparso  Giorgio Azzimonti, storico giocatore del Lecco negli anni d’oro della squadra cittadina. Classe 1939, centrocampista, era stato reclutato dalla società bluceleste nel 1964, acquistato dalla Solbiatese, e continuò ad indossare la maglia del club fino al 1969, conquistando la promozione in serie A nel 1966. 

Nel confronto con la Pro Patria bene i ragazzi blucelesti nel primo tempo con una Pro Patria rimasta in attesa sorpresa della prestazione dei giovani di casa. Il Lecco pronti via e all’8’ per il gol di Malvestiti rende felici i non molti tifosi sugli spalti e per tuttti i 45 minuti i ragazzi di mister Bertolini  spaventano gli avversari. Nella ripresa l’ingresso di Disabato nei bustocchi portava migliori geometrie e le sfruttava Piras, che andava in rete all’11’ e al 25’ siglando la doppietta e rivoltando il match. Se la Pro Patria con le uniche due occasioni le ha sfruttate in rete dimostrando esperienza la formazione di casa è giovanissima con il capitano il classe 1997 Garofoli. 

Con la vittoria la  Pro Patria  sale così al secondo posto a quota 44 e ora test con la capoclassifica  Monza per la partitissima di domenica mentre il Lecco rimane fanalino di coda della classifica e domenica sempre in casa affronterà il Bolzano sarà ancora occasione per il tifo di casa per farsi sentire con il classico motto"orgogliosi di essere lecchesi blucelesti”.