20170118

Il mondo della grande industria e dello sport piange il Cavaliere del Lavoro Carlo Bodega. I funerali giovedi 19 gennaio a Pescate



di Gianni Riva
PESCATE - Lutto melle province di Bergamo e Lecco. È morto  all’età di 79  anni l'industriale Carlo Bodega, uno dei protagonisti della vita produttiva del lavoro e dello sport non solo bergamasco e lecchese. E' stato presidente e amministratore delegato della Bodega G. & C. Spa di Cisano Bergamasco definito il "re dell'alluminio" Carlo Bodega aveva preso l’attività di famiglia, di minuteria metallica, avviata nella seconda guerra mondiale a Lecco e l’ha trasformata nel tempo in un colosso industriale di primo livello. Nel 1964 l’azienda si concentra sull’estrusione dell’alluminio, un’attività pionieristica che lo colloca tra i primi imprenditori in Italia. Una scommessa vinta grazie alla sua intelligenza e passione.. Nel 1989 la realizzazione di un grande impianto industriale di minuteria metallica e di lavorazione di meccaniche dei profili in alluminio estrusi. Nel 2000 la realizzazione di uno stabilimento, sempre a Cisano di 40mila metri quadrati, dedicato all’estrusione dei profili di alluminio. Oggi la Bodega G.& C. Spa fattura oltre 90 milioni di euro e conta 234 dipendenti. Bodega ha avuto saempre nel cuore Cisano Bergamasco e i  suoi abitanti tanto di collaborare alla realizzazione del campo di calcio. Una delle più belle strutture a cavallo fra le province di Bergamo e Lecco.
"È sempre stato un imprenditore con una grande visione sul futuro, un uomo carismatico al quale ero legato da un profondo affetto" : ha commentato Marco Del Gracco, direttore generale della Bodega.
Carlo Bodega era un campione non solo nel mondo degli affari, era un vincente sportivo: era stato campione mondiale di motonautica  e di offshore, oltre che dirigente della Calcio Lecco 1912 a cavallo degli anni ’90 e 2000.
Sotto la sua guida sono arrivati, tra gli altri allenatori come Caadregari e Donadoni sulla panchina di via Don Pozzi, mentre il punto più alto del suo operato l’ha raggiunto nel 1997 con la storica promozione in Serie C1 ai danni della Pro Sesto nello spareggio al Breda di Monza
I funerali si svolgeranno giovedì 19 gennaio, alle 15, nella chiesa di Pescate, paese natale di Bodega. Ai numerosi messaggi di lutto alla famiglia anche quello della redazione de Il Punto Stampa con il direttore Claudio Redaelli.