20170120

La Polizia Locale di Lecco ha ricordato San Sebastiano. Premi ed elogi ad agenti meritevoli


di Gianni Riva
LECCO - "Una presenza la nostra in grado di donare a questa funzione un significato ancor più positivo e che simboleggia quasi il passaggio del Corpo che mi onoro di comandare, da una passata impostazione ad una forza moderna". Così Franco Morizio comandante della Polizia Locale del Comune di Lecco. Il corpo di via Sassi ha festeggiato la tradizionale ricorrenza del patrono San Sebastiano. Il martire è stato onorato nella chiesa parocchiale di San Giovanni presieduto dal parroco don Claudio Maggioni coadiuvato dal capellano militare don Andrea Lotterio alla presenza di tutte le autorità civili e militari partendo dal Sindaco Virginio Brivio. "Un corpo come la Polizia Locale in grado - sempre il comandante Morizio - di guardare al futuro, anche con il ricorso a strumenti definibili “2.0”, quali ad esempio il noto sistema di videosorveglianza e tracciabilità delle targhe, tanto apprezzato da molte città italiane, e che oggi rappresenta un vero e proprio“firewall” per la nostra città. La nostra è una professione che deve essere svolta con orgoglio,fierezza, devozione e sommo rispetto per l’uniforme indossata, lo stesso rispetto che deve contraddistinguerci nei quotidiani
rapporti che intratteniamo con la cittadinanza e con le Autorità locali. Il nostro è un lavoro peculiare, una missione, e come tale va
ineluttabilmente svolto con padronanza delle diverse materie trattate, con leggi e normative in continuo divenire e mutazione" Per la Polizia Locale di Lecco la giornata dedicata a San Sebastiano ha avuto un altro positivo risultato. A Cremona nel contesto della festa Regionale sono stati premiati con la croce e nastrino per meriti speciali il  Commissario Silvio SPANDRI  il Sovrintendente Franca DI STEFANO e l'Assistente scelto Ruggero VALSECCHI con Motivazione: "A seguito di richiesta pervenuta dal Nucleo Investigativo Carabinieri di Monza, evidenziando elevate capacita' professionali, alto senso del dovere e notevole intuitoinvestigativo e d'iniziativa, dopo attenta e minuziosa indagine
condotta con scrupolo anche attraverso l'analisi di un elevato numero di immagini dell'impianto di tracciabilita' targhe e videosorveglianza urbana del Comando di Polizia Locale, riuscivano ad individuare l'autovettura verosimilmente utilizzata per fornire assistenza a un latitante e l'area
geografica in cui lo stesso aveva trovato rifugio tentando di sottrarsi alla giustizia, consentendone l'arresto da parte dell'Arma dei Carabinieri. A Lecco è stato invece Antonio Rossi, assessore regionale, a consegnare una nota di elogio a Caterina Pepe che il 13 dicembre 2015 aveva soccorso un ciclista ferito, riuscendo a tamponare l’emorragia dalla gamba destra di quest’ultimo legandogli attorno la propria cintura di ordinanza; un gesto che contribuì a salvare la vita di quella persona.Sindaco e prefetto Lilliana Baccari hanno invece consegnato la medaglia e il nastrino per i 25 anni di servizio al commissario Gianfranco Sala Peup. Alla cerimonia nella chiesa parrocchiale di San Giovanni presenti; la terza classe del Liceo Bertacchi e i simpatici bambini della scuola d'infanzua Aldè accompagnati dalle maestre e chissà se qualcuno di loro vorrà fare l'agente della Polizia Locale. Come si dice; ai posteri la risposta

: