20170130

Maggiorenne il “Premio Arcobaleno” della “Bottega dell’Arte” di Missaglia



Nei giorni scorsi la “Bottega dell’Arte” di Missaglia ha ripercorso le tappe del “Premio Internazionale di Arte e Cultura L’Arcobaleno”, divenuto maggiorenne con la diciottesima edizione del 2016 a Villa Filippini di Besana in Brianza, in vista della prossima cerimonia di consegna degli ambiti riconoscimenti a Cáceres in Spagna il 23 giugno di quest’anno presso il prestigioso Palazzo medievale de la Isla, soprattutto per merito della famosa pittrice iberica Ana Huernandez.

Il tutto parte nel 1999 da un’idea del pittore Gerry Scaccabarozzi, direttore artistico della nota associazione artistico-culturale missagliese “Bottega dell’Arte”, e del critico d’arte Silvano Valentini, da poco divenuto allora presidente della stessa associazione e oggi presidente onorario, intenzionati a segnalare annualmente personaggi o gruppi distintisi nei vari campi dell’attività umana, con le categorie indicate simbolicamente da un colore, il blu per poeti, scrittori e giornalisti, il verde per i promotori di cultura, valori ambientali e solidarietà sociale, il rosso per arte, musica e spettacolo, il giallo per enti, gruppi e associazioni e così via.
Numerosi e importanti i riconoscimenti assegnati nel corso della lunga storia del “Premio”, tra cui a solo titolo d’esempio come mostrano le foto, nel 1999 presso il Granaio di Villa Greppi a Monticello Brianza Jacques Landier della Camera di Commercio di Parigi e gli ex sindaci di Barzanò Giuseppe Aldeghi e di Monticello Vittorio Cazzaniga, nel 2000, sempre a Villa Greppi, il giornalista della “Voce della Russia” Alexandre Prokhorov, che fece pubblicare diversi articoli sui giornali russi, come La Pravda e le Izvestia, nel 2002 all’Oratorio di Missaglia il Cardinale Carlo Maria Martini e nel 2003 alla Baita Alpina di Monticello Ettore Andenna e Felice Gimondi, premiato da Fiorenzo Magni, a sua volta insignito del riconoscimento due anni prima a Villa Greppi.
Nel 2005 è la volta del giornalista di Canale Italia Vito Monaco, premiato in diretta TV a Rubano in provincia di Padova, mentre nel 2011 le cerimoni si svolgono in due location diverse, la prima a Linas nell’Essonne in Francia, alle porte di Parigi, e la seconda a Porto Viro in provincia di Rovigo, con protagonisti lo scrittore Luca Goldoni, l’attrice Debora Caprioglio e la cantante lirica Katia Ricciarelli.
Tra le molte altre personalità premiate in questi anni, in svariate località italiane, dalla Lombardia alla Liguria a Paestum in Campania, e francesi, da Parigi alla Loira, da segnalare il vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla, originario di Missaglia, l’attore e comico Enrico Beruschi, l’imprenditrice Rossella Sirtori, come pure premiati la Fondazione Brigitte Bardot, il WWF e la Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus di Milano e Besana in Brianza.

Adesso la “Bottega dell’Arte” e la Città di Cáceres stanno selezionando i candidati al “Premio Arcobaleno” 2017.