20170217

Buon compleanno Ferrari. La "rossa" di Maranello raggiunge i 70 anni e non invechia ma ringiovanisce.

Da sx Pino Allievi e Renato Corbetta 

LECCO – (gia.Ri) FERRARI, 70 anni di sogni, un miracolo italiano. La lunga storia della Scuderia Ferrari è stato il tema della conviviale del Panathlon Club di Lecco e Como. Alla Canottieri a parlare dei 70 anni della "rossa" di Maranello il giornalista della Gazzetta dello Sport Pino Allievi. Una vita la sua vicina al "cavallino" sulle piste di tutto il mondo. Nata a il 12 febbraio 1947 a Maranello la Ferrari è  una dei simboli non solo sportivi del nostro Paese.. La serata, organizzata da Renato Corbetta, cofondatore di Panathlon, ha visto la presenza anche dei soci comaschi: 69 in totale le persone che hanno preso parte alla conviviale che ha avuto anche il pregio di conoscere meglio, con Allievi, il personaggio Enzo Ferrari che ha fatto grande la "rossa".Come ha potuto negli anni ’30 una piccola officina diventare la casa automobilistica più titolata nel Campionato del Mondo di Formula 1? Il segreto del successo per Allievi sta proprio nella personalità di Enzo Ferrari. “L’industriale – ha esordito il giornalista – ha dimostrato di avere una lungimiranza e una determinazione fuori dal luogo in un periodo di crisi, incertezze e paura com’erano gli anni ‘30. Gli interessavano i motori e le corse, avendo a disposizione  finanziamente danaro. Nel suo colloquio con i soci del Panathlon Allievi ha ricordato anche la visita di Papa Giovanni Paolo II e di due presidenti della Repubblica a Maranello. "Un grazie a Pino Allievi -  sottolinea il presidente del Panathlon Riccardo Benedetti - che ci ha regalato una serata eccezionale, Lui è, considerato punta di diamante del giornalismo dei notori e da 35 anni è redattore de “La Gazzetta dello Sport ” e poi “pensionato” per modo di dire tanto che lo vediamo spesso sulle piste internazionali . Con la speranza che l ’anno prossimo la Ferrari torni sul podio del mondiale".