20170228

ELLO “PERLA” DI BRIANZA – IMMERSO IN UN PAESAGGIO BRIANZOLO DA NON DIMENTICARE


Di Colombo Virginio  ( amante della storia del proprio paese) - Ello si trova lungo un’ antica  via di comunicazione,detta la “Milanesa” ,  che da Lecco portava  a Milano  . Fin dal Neolitico ( 5000 a c) troviamo nel territorio ellese  segni della presenza dell’ uomo (i reperti archeologici sono conservati presso il museo archeologico di Lecco- il “Menir Istoriato di Ello” ne è l’emblema).



          
 Nel Medio Evo questa strada  veniva chiamata  “Via del ferro” in quanto vi transitavano carri pieni di ferro provenienti dalla Valsassina e Valtaleggio verso Milano . E’ grazie a questo transito che sul Monte di Brianza fiorirono molte  fucine con la lavorazione dell’acciaio per  forgiare armature .
         

  All’inizio del paese troviamo la Chiesa dei SS. Giacomo e Filippo che secondo la leggenda fu eretta dalla Regina Longobarda Teodolinda  ( VII sec.) Il l Riva Finolo(storico ellese)  sostiene che la chiesa di S. Giacomo sin dal sec.  IX  era attiva ed era soggetta alla Plebana di Oggiono secondo le ferree leggi dell’imperatore Lotario.  Solo le chiese, infatti,  con possibilità di sostentamento e paganti  la decima ( decima che gli Ellesi pagarono ad Oggiono fino al 1571 quando S. Carlo rese Ello autonomo ) non venivano abbattute   
         .

  Il primo documento in cui viene citato “Ellum” è del 27 aprile del 1162 Editto dell’imperatore Federico detto il Barbarossa in cui si  disponeva che parte del territorio del Monte di Brianza fosse   soggetto  al Monastero di Civate   ,31villaggi tra cui Ello..Dopo il Mille questo paese  seguì le vicende del territorio Brianzolo e come in ogni realtà  emersero “nobili” famiglie  quali:  i Negroni  Famosi  Armaioli , provenienti dalla val Imagna nella Bergamasca, che  divennero nel XV sec” Armaioli ufficiali del Ducato di Milano”   e i De Regibus Elli diventati  in seguito  Redaelli  
                                        .

                    ARMATURE DEI NEGRONI DI ELLO - Castello di Glorenza
 Questa famiglia di nobili origini (si afferma che i  De Regibus fossero  nobili  sin dal tempo di Carlo Magno) si diffuse in tutto il ducato di Milano furono banchieri,  notai e religiosi . Ello ,come i comuni del Monte di Brianza fu molto legata al Ducato di Milano, Visconti prima e Sforza dopo .I paesi del Monte di Brianza venivano esentati dalle tasse in cambio della  difesa del territorio Brianzolo confinante con la nemica Repubblica Veneziana . Il 25 dicembre 1451 , infatti, viene istituito il Vicariato “Universitas Monti Briantie” da Francesco Sforza duca di Milano . Università  intesa come Comunalità    ove tutte le antiche famiglie brianzole, tra cui quelle di Ello,  che “ vivono del loro senza padroni” ( Storia di Milano del Redaelli ) ,   garantivano la difesa del territorio in cambio di esenzione di tasse .
     

 Per comprendere questa unione del territorio del Monte di Brianza un fatto storico .Nel 1635 Luigi XIII   manda il duca di Rohan con un esercito, passando dalla Valtellina  e dalla Valsassina , per conquistare il ducato di Milano. Giunto a Lecco sul ponte Azzoni trova la guarnigione guidata da Ippolito Crivelli . Sarebbe stata sicuramente  annientata se dal Monte di Brianza non fossero  giunti  4000 uomini armati  (alcuni sostengono 8000)  in poco tempo riuniti attraverso la comunicazione dei fuochi .Il duca di Rohan desistette il Ducato di Milano  fu salvo . Questo fatto vi fa comprendere cos’era  la forza e la coesione dell’Universtà del Monte di Brianza dove ogni paese era autonomo me nel bisogno, per il bene comune, tutti uniti.
Colombo Virginio  ( amante della storia del proprio paese) 
 Note        Storia di Ello e di Villa Vergano – Riva Finolo  anno 1876

                 Ello e le sue Famiglie Nobili  - Santa Maria  Rivista Araldica  settembre 1933