20170211

Grande adesione ai corsi che il Consorzio Villa Greppi dedica ai docenti

Da ottobre 2016 a maggio 2017 cinque diverse offerte formative 
per quasi 150 iscritti complessivi


Due corsi di arte e tre di musica dedicati ai docenti delle scuole dell'infanzia e delle scuole primarie del territorio. L’anno scolastico 2016/2017 vede il Consorzio Brianteo Villa Greppi sempre più attivo nella promozione di percorsi formativi e di aggiornamento rivolti al corpo docente: un’offerta pensata per dare un valido supporto a chi insegna discipline nel campo delle arti e dedicata con priorità alle scuole dei comuni consorziati e convenzionati. 


Cinque percorsi in tutto, dicevamo, che da ottobre 2016 e sino al prossimo maggio 2017 stanno contando sulla professionalità e sulla specializzazione di due docenti della Scuola di Musica Antonio Guarnieri  del Consorzio Villa Greppi - Marina Maffezzoli e Alessandra Columbaro - e, novità di quest’anno, della dottoressa Simona Bartolena, che per la prima volta ha proposto due apprezzatissimi corsi incentrati sulle arti visive. 

I NUMERI - 145 in tutto gli iscritti complessivi ai corsi avuti in questo anno di formazione. Numeri in costante aumento di edizione in edizione e che dimostrano, da un lato, la crescente richiesta di aggiornamento da parte degli insegnanti e, dall’altro, la sempre maggiore presenza sul territorio del Consorzio quale ente formativo e di promozione culturale. Venendo ai singoli corsi proposti, 91 in tutto le adesioni ai due cicli di incontri tenuti dalla critica d’arte Bartolena: due diverse proposte per insegnare ai docenti, e conseguentemente agli alunni, come Leggere un’opera d’arte. Complessivamente 53, invece, i partecipanti ai tre corsi dedicati alla musica: 38 per i due percorsi di educazione musicale (Educar Suonando di I e II livello) e 16 per il corso di Musicoterapia, più di stampo terapeutico. 

«Il Consorzio Villa Greppi – commenta, alla luce dei dati registrati, il Presidente del Consorzio Marta Comi – si afferma come riferimento per la formazione alle arti. Il nostro sforzo è quello di offrire serie occasioni di approfondimento e di studio che, quando rivolte ai docenti, rappresentano un fattore moltiplicatore per la crescita della sensibilità e della passione per l'arte. L'alto numero di iscrizioni ai corsi è un riconoscimento di questo impegno, della qualità delle proposte e dimostra che, come ente pubblico, stiamo rispondendo a un'esigenza reale di formazione del nostro territorio. Amplieremo ulteriormente l’offerta formativa anche ad altri ambiti tematici e – conclude – a target diversificati».