20170205

L’ANMIL di Lecco consegna all’ANTEAS un mezzo attrezzato per il trasporto di disabili ai luoghi di cura

ACEL Service tra i sostenitori del progetto


Si è svolta questa mattina, presso la sede provinciale dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro di Lecco, la cerimonia di consegna del mezzo allestito per il trasporto di disabili da parte del presidente dell’ANMIL Giuseppe Barlassina all’associazione di volontariato ANTEAS di Lecco, rappresentata dalla presidente Signora Emilia Galli Spreafico, che lo gestirà.

“Siamo particolarmente lieti di aver potuto coronare questo progetto, nato dal desiderio di offrire un concreto supporto a quanti, mutilati ed invalidi del lavoro, per ragioni di età o perché colpiti da gravi patologie, non possono più raggiungere in autonomia le diverse strutture presso le quali devono eseguire esami e terapie”, ha sottolineato il presidente ANMIL Lecco Giuseppe Barlassina, che ha ricordato e commemorato anche in apertura il giovane agente della Polizia scomparso nei giorni scorsi per un incidente in servizio. “Il nostro impegno viene indirizzato, da un lato, per la sensibilizzazione del mondo del lavoro sul tema della sicurezza e della salute dei lavoratori, dall’altro per offrire un supporto concreto a quanti sono stati colpiti da infortuni sul lavoro. E questo mezzo è una risposta concreta della generosità lecchese ai bisogni di queste persone”.

“La generosità del nostro territorio è la dimostrazione che, nonostante viviamo in un periodo di crisi economica, è possibile fare del bene che crea il bene” ha affermato la presidente di ANTEAS Lecco Emilia Galli Spreafico, che ha ricordato che, grazie ad una convenzione con ANMIL, gli iscritti a questa associazione potranno ricorrere gratuitamente a questo mezzo, che resta a disposizione più in generale dei bisogni della cittadinanza lecchese.
“E’ la dimostrazione concreta di un umanesimo fortemente radicato nella nostra città e nel nostro territorio”, ha sottolineato il Sindaco di Lecco Virginio Brivio: “Una rete di generosità efficiente che si preoccupa non solo di trasportare il malato, ma di accompagnarlo, standogli vicino anche sotto il profilo psicologico”.
Parole di soddisfazione sono state espresse anche dal Sindaco di Sirone, Matteo Canali, presente con alcuni consiglieri anche per ricordare la generosità di Luigi Riva, iscritto all’ANMIL di Lecco, e della moglie Vincenza Colombo, che hanno devoluto una parte dell’eredità per questo progetto.

Presenti anche, quale sponsor del progetto, il presidente di ACEL Service Giovanni Priore (“La nostra missione è anche quella di venire incontro alle esigenze sociali del territorio”) e l’imprenditore Sergio Piazza, presidente di ANCE Lecco Sondrio (“Nel nostro settore abbiamo fatto passi da gigante sul tema della sicurezza. L’obiettivo infortuni zero non è impossibile, ma occorre impegno nella formazione e nella cultura”). A portare i saluti del presidente nazionale è stato Firmino Di Barbora, presidente regionale lombardo ANMIL.

L’automezzo è stato benedetto dal Parroco di Pescarenico, don Giuseppe Brivio.