20170224

Tutti in piazza non solo accompagnando i bambini. Il cioccolato ci aspetta.


di Gianni Riva
 LECCO. Fino a  domenica 26 febbraio 2017, Piazza Garibaldi ospita la Festa del Cioccolato, giunta alla sua quinta edizione.


Quattordici “Mastri cioccolatieri” provenienti da tutta Italia e un prestigioso ospite dal Belgio offriranno le loro specialità golose. Oggi Giovedì 23 febbraio l'assessore e vice Sindaco Francesca Bonacina ha dato il via alla manifestazione contribuendo, con gli organizzatori della rassegna "dolce", nell'offrire  al pubblico un assaggio di cioccolato fondente da una tavola lunga curca 10 metri.Gli stand saranno aperti tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.Sabato 25 febbraio l’apertura è prolungata fino alle 23 per la “Notte nera del cioccolato” La Festa continua poi per tutta la giornata di domenica 26 e culmina nel pomeriggio con la realizzazione di una scultura di cioccolato, ottenuta da un blocco di 20 kg, sul tema dei Promessi Sposi. La scultura verrà omaggiata a Re Resegone e Regina Grigna che proprio domenica riceveranno le chiavi della città da parte del Sindaco di Lecco Virginio Brivio. Come detto fra gli stand presenti particolare attenzione allo spazio "Sweet Belgium", Per gli espositori è stato un lungo viaggio quello che gli ha portati a Lecco dalla distante Anversa dove ritorneranno dopo la chiusura della manifestazione con l'augurio di aver esaurito tutto quanto presente nello stand. Se oggi possiamo mangiare il cioccolato lo 
dobbiamo al chimico olandese Coenraad J. Van Houten il merito di aver dato il via al processo per arrivare al cioccolato solido e per aver brevettato nel 1828 un nuovo tipo di pressa idraulica, utile per solidificare la cioccolata. Infatti, il chimico del cioccolato aveva semplicemente l’obiettivo di migliorare la qualità del cioccolato da bere – cosa che andò a buon fine –, ma un effetto collaterale non previsto della sua invenzione rese possibile la proposta sul mercato di un cioccolato in forma solida così come lo conosciamo oggi "Non lo possiamo negare: il cioccolato ci fa diventare tutti matti, - spiega la  signora Maria Fumagalli -  è un alimento per la mia famiglia  a cui quasi nessuno sa resistere", E' vero il  cioccolato è capace di consolarci, di sedurci, di tentarci e di mandarci in es