20170311

Al Rotary International di lecco si discute di "Comunicazione istituzionale".


Serata all’insegna della comunicazione quella di giovedì 9 marzo, quando il Rotary Club Lecco Manzoni ha rendicontato i positivi esiti delle nuove forme di divulgazione del suo operare implementate negli ultimi mesi di attività.
I siti web, i social network, in primis Facebook, le testate on line, unitamente ad una saggia gestione dei messaggi, con precipua attenzione ai destinatari, sono ormai strumenti imprescindibili per il nostro Rotary International, ha commentato l’ospite d’eccellenza, il Governatore distrettuale entrante, Nicola Guastadisegni, trovando conforto nel modus operandi del Club lecchese.
Il Presidente della Commissione per le Pubbliche Relazioni, Marco Sparicio, ha aggiunto:
"Le parole del nostro Governatore entrante sono la conferma che abbiamo intrapreso la strada giusta. Stiamo sviluppando la nostra comunicazione privilegiando l'online e gli strumenti social - e Facebook in particolare - in grado di raggiungere il nostro pubblico senza aspettare che siano le persone a venire a cercare noi. In questo contesto, credo di poter dire che siamo uno dei Club più attivi in Italia; non lo dico con presunzione, ma nella speranza di poter offrire il nostro modello ai Club che magari sono ancora un po' più legati ai vecchi standard, e ai quali la nostra organizzazione Rotary International sta per chiedere uno sforzo di modernizzazione. Siamo soddisfatti, insomma, ma comunque determinati a proseguire il nostro percorso, in coerenza con le strategie che di volta in volta ci verranno suggerite dalla nostra Dirigenza."
Piena la soddisfazione espressa dalla Presidente del Rotary Club Lecco Manzoni, Nicoletta Spagnolo, che, nel riaffermare con orgoglio il sempre più profuso impegno nel sociale di tutto il Club, vero motivo propulsore della comunicazione, ha passato la parola al Presidente della Commissione Progetti, Giancarlo Alderighi, per una notizia importante, volta a segnalare un nuovo allarme per incendi da canne fumarie.
Negli ultimi giorni di intenso freddo si sono verificati numerosi incendi nei sottotetti in legno di vari edifici; fenomeno legato al ritorno in auge della combustione a legna e, come tale, di un combustibile solido, atto a cagionare incendio fuliggine, incendio esterno al camino per surriscaldamento, incendio dovuto a perdite della canna fumaria. Le cause scatenanti di norma risalgono a scarsa manutenzione e inadeguatezza tecnica dei camini.
La gravità del problema richiede un incontro con un responsabile dei Vigili del Fuoco per una più ampia illustrazione di cause, relativi effetti e rimedi, al fine di sensibilizzare i proprietari di edifici a rischio incendio.


Per il momento, nel caso in cui la canna fumaria prenda fuoco, non gettare mai acqua nel camino dall’alto! A contatto con le pareti arroventate le farebbe crepare all’istante; mentre la pressione del vapore acqueo prodotto le potrebbe indebolire o addirittura distruggere.
Formulato questo allarme, la conviviale è sfociata in un momento istituzionale, la spillatura di due nuove associate, Elsa Rita Crippa Artese e Susanna Farina, due persone dotate di grande sensibilità, saggezza e creatività, vero plusvalore per il nostro Club.
Grande apprezzamento per la nostra città è stato espresso da una giovanissima studentessa taiwana, Ya-Hsuan Chung, che, grazie al programma rotariano Scambio giovani, è arrivata in Italia nel settembre 2016, ospite del nostro Club, e lascerà il nostro paese nel giugno 2017.
La serata si è conclusa con un brindisi al nostro Rotary International, nel suo 112-esimo compleanno, accompagnato da una prelibatissima torta sulla quale è stato riportato il tema che ci accompagna in questo anno rotariano: “Il Rotary al Servizio dell’Umanità”. E la quasi totale eradicazione della polio nel mondo è una prova inconfutabile di questo motto!