20170311

Api Lecco, 15 marzo. L’Iran si svela alle Pmi del territorio

Luigi Sabadini: “Esportare sì, consapevoli sia delle sfide sia delle opportunità”


Abbondanza di risorse naturali ed energetiche, posizione geografica strategica, 80 milioni di abitanti (il 60% dei quali sotto i trent’anni), elevato grado di scolarizzazione, basso debito pubblico e crescita media del 4-5% annuo. Sono solo alcuni dei punti di forza del sistema economico dell’Iran, protagonista del convegno organizzato dall’Api di Lecco che si terrà mercoledì 15 marzo in via Pergola.
 
Alle ore 10.00 avrà inizio la prima sessione, concepita per fornire un inquadramento economico e istituzionale del tessuto imprenditoriale e delle opportunità di investimento offerte dall’Iran. A rappresentanza del nostro territorio, interverranno Luigi Sabadini, Presidente dell’Api di Lecco, Virginio Brivio, Sindaco di Lecco, Giuseppe Scaccabarozzi, Vice Presidente della Provincia di Lecco, Daniele Riva, Presidente della Camera di Commercio di Lecco, e Mario Cesaroni, Presidente di Confapindustria Lombardia, confederazione regionale delle Associazioni di Pmi del circuito Confapi. L’esposizione delle opportunità di rapporto tra aziende italiane e iraniane dopo la revoca delle sanzioni sarà affidata a Michele Brunelli e Laura Galeotti, docenti dell’Università di Bergamo, e a Pouya Jabal Ameli, esponente del Dipartimento Organizzazioni e Studi Internazionali della Banca Centrale dell’Iran. In seguito, il compito di approfondire il quadro del tessuto industriale, del mercato del lavoro e del sistema bancario iraniano sarà affidato ai contributi di altri tre autorevoli ospiti iraniani: Hossein Ayati, della Banca Centrale dell’Iran, Samaneh Mardaneh, studioso della realtà produttiva iraniana presso l’Amir Kabir University of Technology, e Gholamreza Keshavarz Haddad della Sherif University of Technology.


A partire dalle 13.30, dopo un pranzo a buffet, avrà luogo una tavola rotonda riservata agli imprenditori, durante la quale sarà possibile interloquire direttamente con i relatori iraniani, per sciogliere eventuali riserve e approfondire ulteriormente problematiche attinenti l’avvio o il consolidamento di relazioni d’affari in Iran.

“Questo evento ben si colloca nel contesto della rassegna ‘Orizzonti. Opportunità di business’, che abbiamo ideato con l’obiettivo di guidare le Pmi del nostro territorio alla scoperta dei mercati esteri più interessanti sul panorama internazionale – ha dichiarato Luigi Sabadini – Anche con le sfide che un’economia situata nella regione mediorientale necessariamente implica, quella dell’Iran spicca come una delle realtà con maggiori opportunità di investimento per le aziende”. “Con questo convegno – ha aggiunto il Presidente di Api – abbiamo voluto fornire agli imprenditori un’introduzione alla realtà economica e imprenditoriale iraniana, indispensabile per evitare di avventurarsi in un mercato culturalmente e istituzionalmente diverso dal nostro, oltre che complesso sul versante normativo e burocratico”.

“Dobbiamo prendere atto che ormai non è possibile prescindere da una collaborazione tra Occidente e Paesi del Golfo – ha concluso Sabadini – L’economia è in continuo movimento: non possiamo dare nulla per scontato e per definitivo. Siamo convinti che la chiave del fare impresa rimanga quella di mantenere vivo l’autentico spirito dell’imprenditore: cogliere i cambiamenti e innovare, nel dialogo e nella collaborazione anche con chi è distante da noi, nello spazio come nella cultura”.


Per informazioni e iscrizioni, fare riferimento al sito web di Api Lecco (www.api.lecco.it) oppure scrivere a estero@api.lecco.it