20170304

Il Gruppo Giovani di Confartigianato Lecco sostiene un progetto di Medicina trasfusionale


Consegnati 2700 euro all’Ospedale Manzoni 

Il Gruppo giovani di Confartigianato Imprese Lecco, dopo aver promosso a Natale l'iniziativa benefica della vendita dei biglietti augurali, ha consegnato oggi il ricavato di 2.700 euro al dipartimento di Medicina trasfusionale dell'Ospedale Manzoni di Lecco. 
All’incontro hanno partecipato il presidente del Gruppo Giovani Flavio Bassani, il presidente dell’Associazione Daniele Riva e il segretario generale Vittorio Tonini, assieme ad una folta rappresentanza del Liceo Artistico “Medardo Rosso” che ha collaborato al progetto, con il professor Mario Carzaniga e le studentesse Sara Colombo e Silvia Piffaretti che hanno concepito il design del biglietto. 
Il personale del reparto, guidato dalle dottoresse Barbara Foglieni e Livia Raffaele ha ricevuto la delegazione ringraziando il Gruppo Giovani e spiegando come verrà utilizzato il contributo: “Oggi il livello di sicurezza del sangue trasfuso è molto elevato, e la ricerca per garantire alti standard di affidabilità è costante. Attualmente stiamo studiando l’impatto del virus dell’epatite E: il rischio di trasmissione attraverso le trasfusioni è basso, ma può diventare significativo in alcuni pazienti immunodepressi. L'obiettivo del progetto a cui hanno contribuito i giovani di Confartigianato Lecco è valutare la diffusione dell’epatite E nei donatori della nostra zona: attraverso l’incrocio di questi dati con quelli disponibili a livello europeo sarà possibile identificare gli agenti infettivi e predisporre nuovi sistemi diagnostici in grado di individuarli rapidamente”. 
“Il Gruppo Giovani è orgoglioso di essere parte attiva nelle attività di solidarietà di Confartigianato ha commentato Flavio Bassani, presidente dei giovani imprenditori - e per il secondo anno abbiamo deciso di sostenere quest’importante progetto dell’Ospedale di Lecco. Anche l’anno prossimo proseguiremo il nostro impegno, con la convinzione che unire nelle aziende profitto e solidarietà rappresenti un atto dovuto di restituzione sociale alla comunità e al territorio”. 
“Confartigianato non è solo un luogo di rappresentanza sindacale – ha concluso il presidente Daniele Riva - ma un’Associazione che promuove concretamente i diritti della persona e i valori dell’inclusione e della coesione sociale, sia attraverso il lavoro, imprescindibile strumento di progresso civile, sia nei progetti condivisi con il territorio in ambito solidaristico“. 

Nelle foto:

La consegna dell’assegno al personale di Medicina trasfusionale con la delegazione di Confartigianato Lecco e la rappresentanza del Liceo Artistico Medardo Rosso.


Il presidente del Gruppo Giovani di Confartigianato Lecco Flavio Bassani con le dottoresse Barbara Foglieni e Livia Raffaele e le studentesse Sara Colombo e Silvia Piffaretti.