20170324

“In Sacramenta Manent” a Villa Filippini fino al 23 aprile Artisti contemporanei in dialogo sul Sacro con Aligi Sassu


di Silvano Valentini
In Sacramenta Manent - Artisti contemporanei in dialogo sul Sacro con Aligi Sassu”. Questa l’interessante e originale esposizione a Villa Filippini di Besana in Brianza (MB), organizzata  dall’Associazione Amici dell’Arte di Aligi Sassu di Besana, guidata da Rodolfo Massey, in collaborazione con l’Associazione Artistica Culturale AnimARSi di Bari dal 25 marzo al 23 aprile e inaugurazione alle ore 17,00 di sabato 25 marzo.


Il progetto originario dell’evento è di Carlos Julio Sassu Suarez e riguarda una rassegna di undici artisti contemporanei, otto pittori e tre scultori, i cui lavori “dialogheranno” sul tema del Sacro con undici opere del grande maestro Aligi Sassu, scomparso nel 2000, appartenenti all’Archivio Sassu.

L’allestimento espositivo e il catalogo delle opere è di Stefania Cassano, presidente e art director dell’Associazione Artistica Culturale AnimARSi di Bari, che si propone con questa mostra di presentare “L’Arte intesa come ‘medium’ per conoscere, per trascendere i significati profondi che essa racchiude in sé: un dialogo emozionale fra l’occhio di chi osserva e l’occhio di chi crea”.

Allo stesso tempo gli “Amici dell’Arte di Aligi Sassu” di Besana con questa manifestazione intendono anche inaugurare una serie di eventi celebrativi del 30ennale dalla fondazione dell’Archivio Aligi Sassu, nato per iniziativa di Carlo Julio Sassu Suarez, Rodolfo Massey e altri amanti dell’arte, nel 1987.

Gli artisti in esposizione sono Carlo Balljana, Rossana Bucci, Claudio Giulianelli, Alberto Lanteri, Mimmo Laterza, Nicola Liberatore, Oronzo Liuzzi, Gavino Pedoni, Natalia Repina, Maurizio Rinaudo e Stefano Rosa.

La mostra di Villa Filippini in Via Luigi Viarana 16 a Besana in Brianza, che ha ottenuto il patrocinio del Consiglio della Regione Lombardia, della Provincia di Monza e Brianza, della Città di Besana in Brianza e dell’Archivio Aligi Sassu, sarà aperta al pubblico con ingresso libero fino al 23 aprile il sabato e la domenica dalle ore 15,00 alle 18,00 e nei giorni feriali su appuntamento per gruppi e scuole, chiusa il 16 e 17 aprile.