20170324

Lo storico lavatoio di Belledo vivrà una sua nuova vita grazie all'iniziativa dell'associazione Femminile Presente.Fra i collaboratori Farmacia Fornoni e Agomir



di Gianni Riva
LECCO - Benché malconci, i lavatoi  resistono all' usura del tempo e all' incuria degli uomini. L' intento della municipalità di quei tempi era rivolto ad alleggerire il faticoso lavoro delle lavandaie. Lunghe file di donne, con ceste piene di panni sporchi, si formavano per le vie che portavano ai pubblici lavatoi installati in locali spaziosi e coperti, muniti di una lunga e grande vasca suddivisa in sezioni in cui scorreva l' acqua fredda e, a richiesta, dietro pagamento, anche quella calda. Il lacatoio di Belledo, attivo fino a quando le lavatrici meccaniche e lavanderie gli hanno preso il posto il  lavatoio fu chiuso e ora dopo il passaggio dei lavatoi dal demanio ai comuni il problema delle amministrazioni è: venderli o grazie a privati darne una nuova luce con una riqualificazione ?. Questa seconda domanda è stata accettata dall’associazione Femminile Presente, che ha ottenuto il cofinanziamento messo a disposizione da Fondazione Comunità Lecchese  per dare avvio ai lavori di riqualificazione della struttura. In meno di un anno di vita l’associazione guidata da Irene Riva (ex consigliere comnale Pd)  ha raggiunto ottimi risultati. Grazie alla collaborazione sinergica con altre realtà del territorio, fra cui Acel, Fiocchi Munizioni, Rotary Club Lecco,il Politecnico e l’Espe, (che si occuperà del lavoro)  il lavatoio di Belledo vivrà una sua nuova destinazione.in grado di coinvolgere i cittadini
Un progetto di riqualificazione da 25 mila euro. "Il nostro obiettivo- spiega Irene Riva - è stato quello di consegnare alla città,ma in particolare ai residenti del rione, un nuovo punto di aggregazione capace inoltre di conservare la nostra storia e le nostre tradizioni".  Il progetto prevede la sostituzione del manto di copertura con lastre ondulate alternate a lastre in vetroresina, il rifacimento di murature e intonaci, la realizzazione di una struttura di decorazione con una fontanella e con una scritta “Acqua è vita”.
Per rendere il nuovo lavatoio ancora più suggestivo non mancherà nemmeno una particolare illuminazione a led mentre sulla parete sarà dipinto con stencil un passo dei Promessi Sposi dedicato proprio all’acqua. Il progetto è stato presentato nella sala consigliare alla presenza di: Giovanni Priore presidente dell'Acel, i progettisti del Politecnico, Graziano Salvalai, Marco Imperatori, Mauro Fumagalli dell'Espe, Alvaro Vaccarella e Lorenzo Goretti del Rotary Club Lecco. "Un ringraziamento particolare - conclude Irene Riva . alla Farmacia Fornoni di Belledo ed Agomir Lecco che per primi hanno creduto nel progetto affidandolo allo studio Atelier 2 con Valentina Gallotti  di cui apprezziamo competenza e sensibilità".