20170315

Sabato 25 Marzo apre a Lariofiere di Erba la 34esima MECI

Per tre giorni in mostra 130 espositori, 25 associazioni partner e oltre 20 convegni e seminari


Saranno complessivamente 130 gli espositori che prenderanno parte alla 34esima edizione della MECI (Mostra dell’Edilizia Civile e Industriale), in programma al Centro espositivo Lariofiere di Erba dal 25 al 27 marzo prossimi. E, con loro, ad animare la tre giorni di questa manifestazione dedicata al pianeta casa, saranno 25 tra associazioni, enti, ordini e collegi professionali che appartengono alla filiera dell’edilizia delle due province di Como e Lecco.

“La 34esima edizione della MECI rappresenta una nuova importante tappa nel cammino di questa manifestazione che è tra le più longeve della storia del nostro polo espositivo. – ha ricordato il presidente di Lariofiere, Giovanni Ciceri, intervenendo in apertura alla odierna conferenza stampa di presentazione della 34esima MECI, tenutasi al Campus di Lecco del Politecnico di Milano - In questi anni, Lariofiere ha cercato di innovare la formula e la proposta della MECI, coinvolgendo in questo lavoro di ripensamento, attraverso il Comitato promotore della manifestazione, sia le imprese del settore che il mondo delle professioni e creando nuovi ponti e collegamenti sia con il mondo delle istituzioni pubbliche locali, sia con altri settori”.
A soffermarsi sul tema principale di questa edizione della MECI è stato, in particolare, il presidente del Comitato Promotore, Paolo Valassi: “Questa MECI è una grande occasione per riflettere sul futuro non solo dell’attività delle nostre imprese, ma più in generale del nostro territorio. Il tema che abbiamo scelto quale filo conduttore è evidente: puntare da un lato sulla riqualificazione del patrimonio esistente e, dall’altro, sulla dotazione di strutture ricettive per dare un forte impulso alla capacità del nostro territorio di essere turisticamente attrattivo. È una chances che abbiamo di fronte e che non dobbiamo assolutamente farci sfuggire”.

Valassi ha quindi continuato: “A livello regionale stanno venendo avanti importanti novità. C’è l’opportunità offerta dalla nuova legge per il recupero dei seminterrati da un lato, mentre dall’altro a breve uscirà anche il bando che metterà a disposizione delle risorse a fondo perduto per interventi di riqualificazione e adeguamento delle strutture ricettive. L’assessore regionale Parolini sarà con noi a spiegarla. Vogliamo sia l’occasione per lanciare proposte che possano dare un contributo soprattutto, ma non solo, a chi è già protagonista nel settore turistico”.
A questo proposito, nel corso del convegno di lunedì mattina, saranno presentate alcune best practices di progetti e soluzioni applicati a strutture turistiche del territorio, oltre ad una riflessione a più voci con la partecipazione di architetti e progettisti.
Ma, come ricordato da Valassi, la MECI ha anche altri significati: “In primo luogo vuole essere una vetrina delle novità di prodotti e soluzioni per il settore, con un’attenzione rivolta sia al mercato BtoB che ai consumatori e alle famiglie. La casa rappresenta infatti sempre un bene di riferimento per le famiglie italiane: il nostro Paese ha, in assoluto, uno dei più alti tasso di proprietà immobiliare, il 71,8%. La MECI vuole essere una opportunità privilegiata per chi deve acquistare un’abitazione o per chi è alla ricerca delle ultime novità in tema di materiali e soluzioni per il suo adeguamento impiantistico o strutturale. Infine la MECI è un’opportunità concreta per integrare i diversi attori della filiera dell’edilizia, portarli a discutere temi di reciproco interesse e a condividere le proprie esperienze specifiche, con l’obiettivo di creare le condizioni per un rilancio del settore su direzioni comuni”.
Sono infatti oltre una ventina gli incontri, i workshop e i seminari che animeranno la “tre giorni” dell’edilizia a Erba, con argomenti che spaziano dalla sismica al risparmio energetico, dalle aste alla progettazione BIM. Sempre durante la MECI sarà poi possibile per i visitatori ricevere una consulenza gratuita sull’acquisto sicuro della casa, grazie alla presenza dei Notai del Consiglio di Lecco e Como.
Spazio infine a mostre fotografiche e d’architettura e a dimostrazioni pratiche, queste ultime a cura dell’ESPE di Lecco.
Alla conferenza stampa è intervenuta anche la Prof.ssa Giuliana Iannaccone in rappresentanza del nuovo Prorettore del Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano, Manuela Grecchi, invitando il settore a cogliere le opportunità del cambiamento.


Orari: Sabato e Domenica 9,00 – 19,00 | Lunedì 9,00 – 18,00 – www.fierameci.it