20170429

Il Consiglio Direttivo di ANCE Lecco Sondrio a cena a "Fiore - Cucina in libertà"


Una serata con il responsabile provinciale di Libera, Paolo Cereda, per ribadire il proprio impegno a difesa della legalità.


È stata una serata all'insegna della affermazione dell'impegno associativo e personale a difesa della legalità quella che, ieri, ha visto il Consiglio Direttivo di ANCE Lecco Sondrio incontrare il responsabile provinciale di Libera, Paolo Cereda, e quindi cenare a "Fiore - Cucina in libertà", il locale in rione Caleotto, un tempo occupato dalla pizzeria Wall Street e quindi confiscato nel 1992 alla mafia, tornato a vivere a partire dal primo aprile scorso grazie all'impegno congiunto di Fabbrica di Olinda, ARCI e Auser di Lecco che vi hanno riaperto un ristorante e pizzeria di grande qualità.

Ristrutturato grazie all'impegno di Regione Lombardia attraverso l'ALER e in seguito arredato con il contributo delle donazioni pervenute da singoli cittadini e associazioni sull'apposito fondo istituito presso la Fondazione Comunitaria Lecchese, tuttora aperto, "Fiore" rappresenta il simbolo della lotta alla mafia in ambito provinciale: un impegno che ha permesso negli anni Novanta ad istituzioni e Forze dell'ordine di infliggere a questo fenomeno malavitoso un significativo colpo e che oggi può proseguire, a livello di singoli e comunità, sostenendo questo progetto di economia d'impresa sociale, anche semplicemente trascorrendo una serata nel nuovo locale, all'insegna del buona cucina.

"Ho proposto al Consiglio Direttivo della nostra Associazione questa serata, perché ritengo si tratti di un'esperienza che merita di essere conosciuta, sostenuta e valorizzata, come modello virtuoso di rinascita di un pezzo di città che per venticinque anni è stato un vero e proprio buco nero nel tessuto urbano e sociale di Lecco", spiega Luca Fabi, tesoriere di ANCE Lecco Sondrio.

"Abbiamo accolto con grande piacere la proposta di Luca e l'abbiamo subito fatta nostra. - afferma Sergio Piazza, Presidente dei costruttori di Lecco e Sondrio - il nostro impegno a favore della legalità, a livello di singoli imprenditori e di associazione, sia a livello locale che nazionale, è sempre stato forte e deciso. Occorre fare in modo che l'attenzione della comunità su questo tema resti alta. E farlo ridando nuova vita a questo locale è certamente un modo innovativo di lanciare un messaggio estremamente positivo".