20170409

Il Coro Alpino Grigna da 50 anni nella sezione A.n.a di Lecco che a sua volta ricorda i 95 anni di fondazione.


di Gianni Riva
LECCO - Al Cenacolo Francescano successo per il Coro Alpino Grigna dell'A.n.a di Lecco che ha ricordato il mezzo secolo nella sezione alpini in congedo di Lecco. Sezione che a sua volta ricorda quest'anno i suoi 95 anni di fondazione. Era il 6 dicembre 1958 quando nacque a Lecco, nel rione di Laorca, il Coro Grigna.Fu Giuseppe Scaioli (ieri sera in sala)

allora allievo di Conservatorio, a disciplinare la voglia di cantare di un gruppetto di amici appassionati di canto alpino.Preso il nome di una delle più belle montagne del lecchese, il Coro Grignan è interamente composto da dilettanti, in maggioranza alpini in congedo,che hanno trovato, nello studio e nell’esecuzione dei canti una fonte di piacere e di intima soddisfazione condite dall'amicizia..Nel 1967 è divenuto Coro dell’Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Lecco. "Il coro da allora - ha spiegato ieri sera Domenico Paewente corista e presentatore del concerto - si è imposto, in poco tempo, all’attenzione degli appassionati e degli esperti per l’ottima qualità delle esecuzioni evidenziata anche da incisioni tecnicamente ed artisticamente apprezzabili, con un repertorio di Canti Alpini, Tradizionali e d’Autore".
Nel suo repertorio infatti primeggia la raccolta incisa nel 1968 su tre LP,riportata adesso in due parti: I Veri Canti degli Alpini Vol.1 e I Veri Cantindegli Alpini Vol.2 che è passata agli archivi dei collezionisti discografici come raro pezzo di genuina, squisita fattura". Ora il coro è diretto ora dal Maestro Riccardo Invernizzi con presidente Claudio Bolis. Ma la serata con protagonista il Coro Grigna aveva anche lo scopo di ricordare i 95 anni di fondazione dell'A,n.a di Lecco presieduta da Marco Magni che ha voluto rivendicare:" Noi alpini siamo gente umile che aiutano le rispettive comunità non con le parole ma con i fatti". Nella serata da parte della sezione la consegna di due borse di studio alla memoria del Tenente medico Corrado Pedroni a due giovani medici ricercatori: Grazia Fazio di Mandello e Giacomo Liviera di Verderio per il loro impegno nella lotta contro la leucemia infantile. In sala presente il vice Sindaco di Lecco Francesca Bonacina che ha voluto a sua volta ringraziare gli alpini per quanto fanno nel territorio lecchese.